Mancini: Per Allegri non sarà semplice, ma allenare Juve è motivo orgoglio

Milano, 16 lug. (LaPresse) - "Allegri va in un altro grande club, quindi credo che sia una cosa molto bella e importante". Questa l'opinione di Roberto Mancini sull'arrivo del tecnico toscano sulla panchina della Juventus. "Un club che vince da 3 anni e non sarà semplice, questo è certo - spiega l'allenatore jesino ai microfoni di Sky Sport - ma allena la Juve e quindi credo che sia un motivo di orgoglio". A Mancini viene chiesto se l'addio di Conte ai bianconeri possa portare un riequilibrio in campionato: "Credo che dopo tre campionati sarebbe stato più difficile vincere anche con Conte in panchina. Non ci scommetto", dice. Anche se svela le sue favorite per il campionato: "Il Napoli. La Roma ha fatto benissimo l'anno scorso. Non lo so, può darsi. Sicuramente saranno le tre squadre che lotteranno. Forse anche il Milan, che ha preso dei giocatori esperti. Ma se dovessi puntare su una squadra, il Napoli è quella che mi stuzzica di più perché ha fatto bene l'anno scorso. Benitez conosce meglio la squadra, la rinforzerà sicuramente. Credo che il Napoli possa essere una squadra che darà fastidio". In quanto alla 'sua' Inter, "dipenderà anche dai giocatori che inserirà. Il mercato è iniziato adesso e le squadre possono cambiare molto. Anche da quello che ho letto sembra che l'Inter sia anche un po' più a lunga scadenza come progetto. Penso che il Napoli e la Roma e forse anche il Milan, per la storia che ha, possano essere le squadre che lotteranno per lo scudetto. Ma auguro all'Inter - conclude - di essere nelle squadre che lotteranno per lo scudetto".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata