Manadou: La maternità mi ha reso più forte. Che tempra la Pellegrini

Torino , 30 ott. (LaPresse) - "La maternità cambia qualsiasi donna, crea una dimensione nuova, più ricca, con nuove responsabilità e gioie che mi permettono di iniettare forza nel nuoto. Vorrei che mia figlia fosse fiera di me". Lo ha detto Laure Manaudou in una intervista esclusiva alla Gazzetta dello Sport in edicola oggi. La campionessa francese spiega così la sua decisione di tornare alle gare: "Io non ho mai detto addio al nuoto. Volevo solo una pausa. Ero stanca dopo tanti anni di sacrifici. E non sopportavo la mediatizzazione esasperata. Ho fatto un passo indietro - conclude la nuotatrice francese - e un pò alla volta è tornato il bisogno di nuotare".

"La Pellegrini? Spero proprio di confrontarmi con una della tempra di Federica, ma mi resta ancora molto lavoro. Oggi la mia motivazione deriva dal provare a me stessa e a chiunque dubiti di me che posso tornare ai vertici", ha detto ancora la Manaudou. Parlando ancora della campionessa veneziana, la nuotatrice francese dichiara: "Credo sia più forte mentalmente, cosa fondamentale per guadagnare il decimo di secondo su chi ti segue. Noi amiche? Certa stampa esaspera la concorrenza - spiega ancora la Manaudou - soprattutto tra due ragazze. Anche se non siamo amiche intime, la rispetto profondamente".

Inevitabile una domanda sul loro passato in comune da fidanzate di Luca Marin. "Non serve rivangare il passato - conclude la Manaudou - ogni storia è diversa. La vita è fatta di errori e di successi".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata