Malagò: Rossi? Un'impresa al limite ma con lui si può sperare

Roma, 6 nov. (LaPresse) - "Valentino ha ritenuto giusto fare ricorso, avrà avuto sicuramente i suoi buoni motivi. Secondo me è un'impresa sportivamente ai limiti dell'impossibile ma ci ha già abituato ad imprese di questo genere e questo ci mette nelle condizioni di sperare che ci riesca". Lo dice il presidente del Coni, Giovanni Malagò, a margine della cerimonia di consegna delle Ciotole per le benemerenze dello sport europeo ad alcuni sindaci italiani ed a dirigenti ed atleti dello sport italiano andata in scena stamane al Salone d'Onore del Coni parlando della bocciatura del 'Tas' al ricorso di Valentino Rossi che lo costringerà a partire dall'ultima posizione in griglia nella gara decisiva per l'assegnazione del campionato a Valencia a causa del noto incidente con Marc Marquez a Sepang.

"Oggi ho parlato con il sindaco di Pesaro - dice ancora - c'è una compartecipazione di affetto nei confronti di questo meraviglioso atleta. Io sto con lui, gli italiani e secondo me anche molto non italiani staranno con lui". "Se gli manderò un sms di in bocca al lupo? Si assolutamente, ma ci messaggiamo spesso", conclude.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata