Malagò: Roma 2024 non erano i Giochi del mattone
Per il numero uno del Coni "se non ci fossero state le vicende del Comune, ce l'avremmo fatta”

Intervenendo a 'Radio anch'io Sport', il presidente del Coni, Giovanni Malagò, ha ovviamente incentrato il suo intervento su Roma 2024: "Non è giusto e non è serio sostenere che sarebbero stati i Giochi del mattone. Nel nostro programma non si prevedono costruzioni". Con una precisazione: "L'unica costruzione nuova sarebbe stato il villaggio degli atleti, che poi sarebbe diventato il polo universitario e l'ospedale di una zona di Roma". Malagò non ha nascosto il suo rimpianto: "Se non ci fossero state le vicende del Comune, ce l'avremmo fatta. Diplomaticamente sostenevo che avevamo il 25% di possibilità, ma la candidatura di Roma 2024 era molto forte. Aveva tutte le carte in regola per vincere". "Il Cio - ha sottolineato - si è comportato bene con noi e oggi si trova spiazzato rispetto a quel che è successo".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata