Luis Enrique: Totti fortissimo, rapporto tra noi non è cambiato

Roma, 13 gen. (LaPresse) - "Mi hanno detto che la Sicilia è calda e c'è un'atmosfera bellissima per giocare a calcio. E' un ottimo posto per andare con ancora più fiducia, sapendo che sarà ancora più difficile. Questo può essere uno stimolo per la squadra ad andare a fare una bella partita. Il Catania sta facendo un ottimo campionato ottimo, sarà un incontro difficile". Così in conferenza stampa l'allenatore della Roma Luis Enrique, presentando l'anticipo di domani al Massimino contro gli etnei. Lo spagnolo parla anche di Montella, che si lamentò di essere cacciato dalla Roma: "Ho parlato con lui nella riunione degli arbitri, so che è stato importantissimo come giocatore e allenatore. Personalmente non ho alcun problema con lui", chiarisce Luis Enrique.

"Totti stanco per le gare ravvicinate? Fisicamente Francesco è un giocatore fortissimo, ho parlato con lui e mi ha detto che sta bene. Non credo sarà per lui un problema giocare domani". Allo spagnolo viene chiesto se sia cambiato qualcosa nel rapporto con il capitano dopo le presunte frizioni ad inizio stagione: "Non è cambiato nulla, lo conoscevo da tanto tempo. E' normale - continua Luis Enrique - che quando un tecnico arriva in un club nuovo deve conoscere l'ambiente, i calciatori, i dirigenti. Conoscevo già Totti, De Rossi e Perrotta: con loro ci avevo anche giocato contro", specifica il tecnico giallorosso.

La tormentata questione del rinnovo del contratto e le continue voci di mercato non influiranno sul rendimento di Daniele De Rossi. Lo assicura il tecnico. "Sta meglio, ieri si è allenato regolarmente e vedremo se potrà giocare", ha spiegato il mister giallorosso, interpellato sullo stato di salute del giocatore. Sulla vicenda contratto: "Quando rinnoverà, di cosa parleremo? Un giocatore del suo livello è abituato. Non dimentichiamo che sia lui, che la società e l'allenatore, vogliono la stessa cosa", precisa lo spagnolo.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata