Luis Enrique carica la Roma: Con Siena serve la vittoria

Roma , 21 set. (LaPresse) - "Sarà una partita difficile e delicata, dovremo attaccare ma allo stesso tempo fare attenzione, gli attaccanti dovranno aiutare in copertura. Vedo una squadra che ha voglia di vincere che si sente in debito con i suoi tifosi. Questa partita arriva al momento giusto. Non so se vinceremo, ma quello che è sicuro è che la Roma farà sempre la partita contro tutti gli avversari". Lo ha detto l'allenatore della Roma Luis Enrique alla vigilia del match di campionato contro il Siena.

"Ora siamo in debito con loro. Abbiamo questa urgenza di ricambiare il loro sostegno. Abbiamo una tifoseria straordinaria - ha aggiunto il tecnico iberico - ha visto l'impegno della squadra e l'ha applaudita. Dopo logicamente dovranno arrivare le vittorie. Per me è fondamentale l'apporto dei tifosi, ci aiuterà a crescere".

Luis Erique ha spiegato che "ci sono molti aspetti da migliorare, naturalmente, anche i giocatori devono conoscersi meglio e raggiungere una migliore intesa. Il calcio è inesauribile, non si finisce mai di migliorare". Il tecnico iberico ha fatto poi il punto su alcuni nuovi acquisti, fin qui deludenti. "Bojan lo vedo sullo stesso piano di Borriello e Borini, mi piace avere concorrenza e giocatori che si vogliono guadagnare il posto. Osvaldo? Non è importante che un giocatore l'abbia voluto io o l'ha portato Walter (Sabatini, ndr). Nel momento in cui sono qui tutti sono giocatori della Roma, difendono gli stessi colori".

Inevitabile parlare ancora di Totti. "Non attacchiamo con tre giocatori, abbiamo bisogno di 11 attaccanti. Totti può giocare come trequartista e come punta, ha più libertà perchè ha più qualità, il mio compito è adattare il mio modulo in base alle caratteristiche dei giocatori".

La notizia del giorno, però, è l'esonero di Gasperini da parte dell'Inter. "L'esonero di Gasperini? Ribadisco le parole della scorsa settimana, è un allenatore bravo ed esperto ma noi purtroppo dipendiamo dai risultati, mi dispiace ma è così", ha detto il tecnico iberico. Luis Enrique ha anche fatto una battuta sul suo di futuro. Alla domanda sull'assenza di Stekelenburg, definito 'unica certezza della squadra', Luis Enrique ha replicato: "Anche Luis Enrique in panchina è una certezza, anche per questa settimana".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata