Livorno-Como 1-1, Spinelli si dimette in polemica con arbitri
Proteste dei toscani per un fuorigioco non segnalato

Livorno e Como hanno pareggiato 1-1 nel posticipo della 23/a giornata del campionato di Serie B.  Un risultato che serve a poco ad entrambe le squadre: i labronici restano al 18° posto con 24 punti alla pari della Pro Vercelli, mentre il Como con 18 punti è sempre ultimo a -7 dalla quota salvezza. Ospiti in vantaggio al 62' con Pettinari, pareggio del Livorno con Borghese al 74'. Il primo tempo è terminato 0-0 con un legno per parte: di Regoli per il Como e Jelenic per il Livorno. Nella ripresa, lariani in vantaggio al 62' con una deviazione in spaccata di Pettinari su sinistro di Madonna. Veementi le proteste del Livorno per un fuorigioco non segnalato dell'autore del gol. I toscani schiumano rabbia e trovano il pareggio al 74' con un colpo di testa di Borghese su azione di calcio d'angolo. Finale infuocato, il Como chiude in dieci per l'espulsione di Giosa.

Il colpo di scena finale in una nota sul sito internet del Livorno, che informa che "il presidente Aldo Spinelli e l'amministratore delegato Roberto Spinelli si dimettono dai loro rispettivi incarichi nel Consiglio di amministrazione della società amaranto". Il patron si è dimesso in polemica con la direzione arbitrale nel posticipo.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata