Liga, è la notte del Clasico e la Spagna si ferma

Madrid (Spagna), 10 dic. (LaPresse) - La notte di Real Madrid-Barcellona è finalmente arrivata. Circa 500milioni di persone assisteranno in tv al Clasico che va in scena questa sera al Santiago Bernabeu. In Spagna è 'la partita' e lo è ancora di più da quando sulle panchine delle due squadre siedono personaggi come Josè Mourinho e Pep Guardiola. Una guerra nella guerra che ieri ha visto però venir meno un succulento antipasto. Lo Special One con uno dei suoi 'giochi di prestigio' ha deciso di non parlare in conferenza stampa mandando in pasto ai giornalisti il suo vice Karanka.

"Giocheremo per vincere, non firmiamo per il pareggio", ha detto l'ex roccioso difensore centrale merengue. In realtà la partita è decisamente più importante per i campioni in carica del Barça. A -3 in classifica ma con una gara in più, i Blaugrana sono obbligati a vincere per non veder scappare i cugini a + 6 e mettere probabilmente la parola fine alla Liga già prima di natale. "Servirà la partita perfetta", ha detto il tecnico blaugrana. Da quando c'è Guardiola il Barça non ha mai perso al Bernebeu, tre vittorie e due pareggi, ma Mourinho ha la 'manita' dello scorso anno da vendicare. Insomma, ci sono tutti gli ingredienti per assistere ad una grande partita.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata