Lega serie A e Aic firmano contratto

Roma, 5 set. (LaPresse) - Lega serie A e Assocaciatori hanno firmato nella sede della Federcalcio il rinnovo del contratto collettivo dei calciatori. Il campionato della massima serie riprenderà venerdì sera con l'anticipo della seconda giornata tra Milan e Lazio.

"L'accordo é stato firmato secondo le indicazioni che erano venute dall'assemblea della Lega di A e ovviamente con il lavoro fatto con la controparte. È un accordo innovativo e molto importante. Abbiamo raggiunto gli obiettivi che ci eravamo posti. Credo che sia stato fatto un buon lavoro nell'interesse di tutto il calcio italiano". Così Maurizio Beretta, presidente della Lega di serie A, lasciando la sede della Federcalcio. "Non è un accordo ponte - ha precisato - è un accordo che ha una durata precisa in modo che non si entri nel meccanismo delle proroghe tacite. La ragione vera - spiega Beretta - è che noi speriamo che oltre a questo contratto, che ha molti contenuti innovativi e importanti, si apra una stagione più generale di grandi riforme del calcio italiano" in modo che si possa "raccordare un nuovo contratto collettivo con le riforme che tutti auspichiamo".


"Di sicuro - ha commentato il presidente dell'Aic Damiano Tommasi - l'eliminazione del contributo di solidarietà ha tolto un problema alla Lega. Noi abbiamo sempre detto che non era un nostro problema. Questo evidentemente da parte loro ha sbloccato la volontà di sedersi al tavolo e firmare l'accordo, poi l'imminenza di un'altra partita e la voglia di giocare da parte di tutti ha fatto il resto".

"Dispiace - ha continuato - essere arrivati così in ritardo alla firma del contratto collettivo. Speriamo sia di buone auspicio per il prossimo. È importante - ha sottolineato - giocare con un accordo collettivo firmato. Sostanzialmente è lo stesso di un anno fa, ma con un cambio di scadenza che ci obbliga ad andare d'accordo. Non è un contratto ponte, ma un punto di partenza".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata