Lazio, Reja: Vado avanti ma con disagio, cornice è marcia

Roma, 20 set. (LaPresse) - "Non serve fare il punto, è inutile ribadire quello che è successo. Lo sapete. Ho avuto un confronto con il presidente e la squadra, abbiamo chiarito e ho deciso di proseguire la mia avventura con la Lazio". Così in conferenza stampa alla vigilia della trasferta a Cesena il tecnico biancoceleste Edy Reja, che ieri ha visto respingere da Lotito la richiesta di dimissioni dalla panchina. Reja confessa il disagio a lavorare "in un ambiente come questo. Il quadro è buono - spiega - ma la cornice è marcia, anzi tarlata. Non devo soltanto vincere, ma stravincere", confessa ancora il tecnico dei capitolini.

"Ho avuto il conforto da parte del presidente - ha proseguito Reja - e una valutazione positiva da parte della squadra. Ma noi allenatori siamo soggetti ai risultati: se questi arrivano continueremo, altrimenti prenderò una decisione insieme alla società, senza ripensamenti". Il mister biancoceleste prova ad analizzare i problemi mostrati sin qui dalla squadra: "Non ha ancora ingranato. Ma devo trovare una soluzione. Non è un problema di risultati". Quindi Reja porge un invito ai tifosi: "Vorrei fossero più vicini ai giocatori, ora ne hanno bisogno. Dobbiamo ritrovare - prosegue - la convinzione e le certezze che avevamo l'anno scorso".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata