Lazio, Lotito: Nessun premio scudetto ma siamo competitivi

Roma, 14 gen. (LaPresse) - "Aldilà dei risultati, quello che concorre al successo di una squadra sono una serie di fattori: spirito di gruppo, mentalità vincente, l'assenza infortunti e situazioni che io definisco imponderabili". Così il presidente della Lazio, Claudio Lotito, ai microfoni di Radio Anch'Io sport. Il patron biancoceleste non vuole sentir parlare di scudetto e prova a smorzare gli entusiasmi: "Se la squadra manterrà questo profilo, allora potrà aspirare ad ottenere risultati importanti. Sostenuta anche da un pubblico e da tifosi che si stanno dimostrando sempre più il 12esimo uomo in campo".

Alla domanda se ha già stanziato un eventuale premio scudetto, Lotito replica con un secco "No". Lazio e Napoli appaiono come le più dirette concorrenti della Juventus, due squadre partite da lontano e fra mille difficoltà: "Io sono partito con mille miliardi delle vecchie lire di debiti per arrivare a dove siamo oggi con la Lazio. Con De Laurentiis andiamo d'accordo, abbiamo la stessa visione e mentalità gestionale che estrinsechiamo anche durante le assemblee di Lega. Siamo dell'idea che una società di calcio non debba generare debiti".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata