Lazio, Keita: L'Olimpico deve tornare ad essere una bolgia
L'esterno parla della vittoria contro la Fiorentina: Una bella partita

"Fisicamente sono in forma, oggi abbiamo svolto una doppia seduta di allenamento, la squadra sta bene. Stamattina abbiamo fatto dei test, nel pomeriggio esercitazioni con la palla. Nei test atletici sono arrivato primo, Felipe secondo con una differenza di un secondo. Siamo giocatori esterni che dobbiamo accelerare. La squadra che ha la palla ha più possibilità, se la squadra muove la palla l'avversario correre più di te". Così al termine dell'allenamento, l'esterno Keita Balde Diao è intervenuti negli studi di Lazio Style Radio per parlare del momento Lazio.

"Sul primo gol sbagliato a Firenze la dovevo dare in mezzo a Candreva, ma in partita non è facile. Avevo pensato di tirare col destro sul secondo palo - ha aggiunto - ma ho sentito l'avversario e l'ho spostata provando a tirare e sperando che la palla fosse rimasta nelle vicinanze. Il gol è nato da un bel passaggio di Djordjevic che ha aspettato che mi inserissi, era perfetto, ho potuto stoppare la palla e tirate".

 

Ancora sul successo contro la Viola. "Le partite come quella di Firenze sono belle, c'è intensità, ritmo e possesso palla. Tutti ci sentivamo in forma, abbiamo pressato bene, in settimana l'avevamo preparata nei dettagli, eravamo carichi dopo il pareggio con il Carpi e ci siamo fatti trovare pronti per affrontarla nel miglior modo possibile", ha dichiarato. "Nell'abbraccio con il mister c'è tanta gioia ed orgoglio per la partita e per i compagni, è un bel momento", ha concluso Keita.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata