Lazio, ecco Petkovic: Un onore essere qui, dovremo dominare

Roma, 6 giu. (LaPresse) - "La mia Lazio rispetterà tutti gli avversari ma dovrà dominare sia in fase difensiva che in fase offensiva". Parole di Vladimir Petkovic nella conferenza di presentazione come nuovo allenatore del club biancoceleste. Il bosniaco, proveniente dal Sion, giudica "importante essere arrivato qui in questo momento della mia carriera" e si dice "onorato di allenare una società di 112 anni". Negli ultimi anni, prosegue Petkovic, la Lazio "ha fatto bene e noi vogliamo continuare, in questo senso, a far parte di questo ambizioso progetto perché una società come questa deve avere l'ambizione di puntare sempre in alto".

"Tutto andrà fatto passo dopo passo - prosegue il bosniaco - senza cercare di strafare, perché sarebbe sbagliato. Per questo nelle prossime settimane voglio e cercherò di capire l'ambiente e con chi avrò a che fare. Conosco bene la realtà del calcio italiano ma un conto è guardarlo da fuori, un conto è esserne a contatto". "Mi lascio il tempo - così ancora l'ex tecnico del Sion - per vedere senza pregiudizi ogni singolo giocatore e i singoli movimenti all'interno della società". Petkovic evidenzia come per lui sia importante "la forza del gruppo, senza questo non si vince". Quindi, smentisce la fama di duro: "Sono una persona flessibile, che ama il confronto e comunica in maniera chiara". Il tecnico si mostra ambizioso: "Dobbiamo vincere sempre contro ogni avversario. Rispetteremo tutti ma - puntualizza - dovremo dominare sia in fase difensiva che in fase offensiva".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata