Lazio-Napoli, pari spettacolo: Juventus ringrazia e vola a +5

Roma, 9 feb. (LaPresse) - Botta e risposta tra Lazio e Napoli all'Olimpico nella sfida che metteva di fronte le due inseguitrici della Juventus capolista. Finisce 1-1, un risultato giusto al termine di un match bellissimo, ricco di emozioni, occasioni e pali, nel quale la squadra di Petkovic domina gli avversari per un'ora ma si vede raggiungere nel finale un Napoli mai domo. Ne viene fuori un risultato che fa sorridere la Juventus vittoriosa nel primo anticipo sulla Fiorentina. I bianconeri vedono infatti aumentare il loro vantaggio sulla squadra di Mazzarri a +5.

Primo tempo vivace e giocato ottimamente dagli uomini di Petkovic, che si ritrova in vantaggio dopo undici minuti. A sbloccare il risultato è Floccari, liberissimo in area di stoppare di petto la palla e battere De Sanctis sul cross di Konko dalla destra. In questi minuti i padroni di casa tengono in mano il gioco, i partenopei faticano ad avanzare. De Sanctis è chiamato ad intervenire due volte su Candreva. Floccari si rende ancora pericoloso al 33', quando colpisce il palo dai trenta metri con il portiere ospite immobile. Il conto dei legni viene pareggiato al 38': sul traversone di Zuniga dal fondo, il colpo di testa di Cavani timbra la traversa e la palla termina a pochi centimetri dalla linea. La dimostrazione che il Napoli c'è e può essere letale con una fiammata. Prima dell'intervallo, ancora lavoro per De Sanctis che vola a deviare in angolo la punizione di Hernanes.

La ripresa si apre con una rete annullata ai capitolini: Biava trova la deviazione sugli sviluppi di un angolo ma è in fuorigioco. Al quarto d'ora ci prova dalla distanza Inler, ma il pallone si spegne a lato. Campagnaro tiene in vita il Napoli al 30': il centrale dei campani salva sul pallonetto di Lulic destinato in rete e a rimedia all'uscita sbagliata di De Sanctis. Ancora l'esterno svizzero ha l'occasione per chiudere l'incontro al 40': ma la conclusione, dopo aver rubato palla in pressing a Cannavaro, è debole. Ma la squadra di Mazzarri è determinata più che mai a strappare il pareggio: due minuti dopo è ancora traversa per gli azzurri, stavolta sul destro di Inler. Decisiva la deviazione di Marchetti. Al 43' l'assedio napoletano raccoglie finalmente i suoi frutti. E' Campagnaro a siglare l'1-1 in acrobazia sugli sviluppi di un corner. Ma le emozioni non finiscono qui: in pieno recupero, al 47', la Lazio potrebbe riportarsi avanti ma l'incronata di Floccari è fermata dalla traversa. Il Napoli sale a 50, i capitolini a 44 ed ora devono guardarsi alle spalle da Milan ed Inter che domani possono avvicinarsi.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata