La versione di Di Maria: Mai detto che volevo andarmene dal Real Madrid

Buenos Aires (Argentina), 6 set. (LaPresse) - "Non ho mai detto che volevo andarmene da Madrid. Ma devi andare via, quando non sei più desiderato. Dicano quello che vogliono su di me, i milioni che hanno avuto dalla mia cessione fanno molto alle finanze del club". Angel Di Maria risponde così alle accuse lanciate da Florentino Perez. Secondo il patron del Real Madrid, l'argentino avrebbe rifiutato le proposte economiche del club perché desiderava cambiare aria. "Voleva guadagnare quanto Ronaldo", ha detto Perez. "Per guadagnare quanto lui, avrei dovuto vincere il Pallone d'Oro", è la replica di Di Maria, intervistato dal programma 'América & Closs'. "Non ho mai avuto molte relazioni con Florentino. Quando ho firmato il rinnovo del contratto - spiega l'argentino - non era presente".


Sull'ex compagno di squadra Ronaldo, Di Maria spiega: "E' sempre stato al mio fianco. Non so quanto resterà al Real". Quindi, tornando all'infortunio che lo costrinse a saltare le ultime due partite del Mondiale in Brasile, Di Maria rivela: "Arrivò una lettera dal Real Madrid il giorno della finale, nella quale veniva chiesto di non farmi giocare. La strappai, ignorandola. Ma ho sofferto molto quella mattina, è stata la cosa peggiore che potesse capitarmi nella vita". Con la sua nuova squadra, il Manchester United, "sono molto felice, ma devo adattarmi", racconta. "Non so ancora parlare inglese, mi hanno dato un insegnante e chiamo Mata per aiutarmi. Spero di contribuire a riportare lo United nel posto che merita. Voglio adattarmi il più rapidamente possibile".

"Le mie dichiarazioni sono state interpretate in modo sbagliato, ieri ho sentito le parole del mio presidente e sono al 100% con lui". Così Cristiano Ronaldo attraverso i social network risponde alle polemiche causate da una presunta polemica con le scelte del Real Madrid di cedere Xabi Alonso e Angel Di Maria. Il Pallone d'Oro portoghese ha quindi aggiunto: "i nuovi compagni di squadra sono giocatori top e con loro abbiamo completato un grande organico. Avanti tutta. Un abbraccio e Hala Madrid!".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata