La Fifa punisce il Barcellona, stop al mercato fino al 2015 per irregolarità su giovani U18

Zurigo (Svi), 2 apr. (LaPresse/AP) - La Fifa ha bloccato il mercato del Barcellona per le prossime due sessioni a causa di una serie di irregolarità nei trasferimenti di giovani calciatori. La Commissione disciplinare della Fifa ha condannato i campioni di Spagna per aver violato le norme "relative al trasferimento internazionale e la registrazione dei giocatori sotto i 18 anni".

Il Barcellona è stato inoltre multato di 450.000 franchi svizzeri e avrà 90 giorni di tempo "per regolarizzare la situazione di tutti i giocatori minorenni coinvolti nella vicenda". Il Barcellona non potrà pertanto effettuare operazioni di mercato sia in ambito nazionale che internazionale.

Il Barcellona è stato multato di ulteriori 500mila franchi svizzeri anche per aver violato le regole sulla registrazione dei giocatori minorenni. "L'interesse a proteggere lo sviluppo sano ed appropriato di un minore nel suo insieme deve prevalere sul puro interesse sportivo", si legge nella nota della Fifa. La Commissione disciplinare ha sottolineato che "la tutela dei minori nel contesto dei trasferimenti internazionali è un'importante questione sociale e giuridica che riguarda tutte le parti interessate".

Soprattutto, il comitato ha evidenziato che mentre i trasferimenti internazionali potrebbero, in casi specifici, "favorire la carriera sportiva di un giocatore giovane, sono molto suscettibili di essere contrari all'interesse del giocatore come minore". Il Barcellona vede così bloccato il suo mercato in entrata fino all'estate del 2015. Il club catalano deve assoloutamente ingaggiare un portiere, con Victor Valdes fuori per sette mesi questa settimana dopo l'intervento chirurgico al ginocchio e a scadenza di contratto. Inoltre il Tata Martino ha bisogno anche di un compagno di reparto di Gerard Piquè, visto l'annunciato addio di Carles Puyol.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata