La Fiat Torino vince la prima in casa: Pesaro sconfitta 83-79
Dalla panchina un formidabile Alibegovic guida la rimonta dei torinesi al PalaRuffini

Porta la firma di Mirza Alibegovic la prima vittoria della Fiat Torino nel campionato di Serie A di basket 2016/2017. I ragazzi dell'Auxilium Cus guidati da Frank Vitucci sconfiggono Pesaro per 83-79 (21-19, 41-40, 53-61) facendo affidamento sulla prestazione di lusso del giovane che uscendo dalla panchina ha firmato punti importanti per permettere ai torinesi di risalire e vincere il match. Dopo una presentazione in grande stile, con un sponsor pesante come Fiat ad abbracciare la palla a spicchi piemontese, Torino è scesa in campo per ribadire quanto di buono fatto vedere nell'esordio di Avellino, dove la sconfitta non ha oscurato i pregi dell'Auxilium.  Grandi rotazioni, soprattutto, e la capacità di creare diversi quintetti ma tutti di buona caratura. Se manca qualcosa dal punto di vista dell'intensità difesa e si fanno ancora troppi errori in attacco, la squadra ha mostrato grandi potenzialità che se messe a frutto potrebbero regalare belle sorprese al Ruffini.

Partenza contratta per entrambe le squadre che dopo tre minuti di gioco sono sul 6-5 e non riescono a dare fluidità agli attacchi. In difesa la Fiat si schiera a uomo sul portatore di palla e a zona dentro l'area, ma i pesaresi non sembrano approfittare dei maggiori spazi per i tiratori esterni. A guadagnare maggior lucidità in attacco è invece DJ White, il pivot torinese, molto gettonato dai compagni e capace di farsi sentire dalla media e sotto canestro.

Ma Pesaro non molla e su un ribaltamento di fronte punisce con una tripla di Fields che da il +2 ai marchigiani (10-12). Nel finale di quarto emerge la grinta del regista di casa Wright: un appoggio delicato a canestro e un arcobaleno alla cui fine arriva l'inchiodata al ferro di White portano a contatto i torinesi. E allora la Fiat si concede la sua panchina "di lusso": in campo il nazionale Poeta e il lungo Mazzola (subito a segno da tre punti) dimostrano quanti margini ha la squadra di Vitucci grazie alle maggiori rotazioni rispetto allo scorso anno. Torino avanti 21-19 dopo i primi dieci minuti. Nella seconda frazione la Fiat ripropone il doppio playmaker, soluzione già vista ad Avellino con Poeta e Wright in campo insieme, e un quintetto rivoluzionato ma un mini parziale porta Pesaro sul +5.  

Ci pensa il "panchinaro" Alibegovic a svegliare il PalaRuffini mettendo a segno 10 punti in pochi minuti: due triple pesanti, una schiacciata in entrata e un appoggio riportano su l'Auxilium. Tuttavia i ragazzi di Vitucci non riescono a produrre lo strappo consegnando anche gli ultimi scampoli del secondo quarto a un estenuante punto a punto fino al finale 41-40.

 

Torino torna in campo con il quintetto base ma in attacco non è lucida e in difesa viene infilata tre volte da Pesaro che si porta avanti di 4 dopo due minuti. A tenere a galla i padroni di casa è chiamato DJ White, che in nemmeno 19 minuti sul parquet ha già 16 punti a referto. Ma escluso il totem americano l'Auxilium soffre a rimbalzo e non concretizza in attacco, permettendo ai marchigiani di allungare fino al 46-53. Vitucci corre ai ripari: il pressing a tutto campo chiamato dal coach ripaga e porta i torinesi a -2. Il finale di quarto è però durissimo per i padroni di casa: prima un contestato tecnico a Mazzola che spedisce il lungo in panca (con il quarto personale) e Pesaro sul +6, poi un'altra chiamata contraria che premia i pesaresi con il 53-61 con cui si chiude la terza frazione.

Una Fiat Torino arrembante inaugura gli ultimi dieci minuti: cinque punti di Wright in 44 secondi e un'infrazione di passi fischiata a Zavackas dicono che la gara è tutt'altro che chiusa. Ci pensa una bomba di Harvey, smarcato da Poeta a portare avanti Torino e a punire la zona di Pesaro. Washington concretizza un contropiede dopo troppi errori e con 3 minuti da giocare la Fiat si gode il +4 (70-66). Più compatta e attenta in difesa, Torino arriva anche a +5 con una tripla di Wright cui però viene fischiato subito dopo un tecnico che riapre i giochi. Pesaro ha palla in mano e soli 2 punti da recuperare: Jones punisce dal post basso e impatta il match. Ma quando sembra calare il buio ecco il lampo: si chiama Mirza Alibegovic, tripla pesantissima in transizione e piemontesi ancora avanti.

L'Auxilium guadagna l'inerzia del match, Wright firma il +5 con 20 secondi da giocare, con una Pesaro che sembra ormai stordita. Ma Thornton replica ai padroni di casa con una tripla che riavvicina ancora le due squadre. Sul libero sbagliato apposta dai marchigiani si getta Alibegovic che spedito in lunetta firma un 2/2 pesantissimo e regala a Torino la prima vittoria della stagione.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata