L'Italia di Prandelli si allenerà su un campo confiscato alla Mafia

Roma , 19 set. (LaPresse) - Domenica 13 novembre la Nazionale di Cesare Prandelli sarà a Rizziconi, in provincia di Reggio Calabria, per una seduta di allenamento sul campo sorto su un terreno confiscato alla 'ndrangheta. La Figc aveva assunto l'impegno di portare gli azzurri a Rizziconi, accogliendo la proposta dell'associazione Libera, dopo l' incontro di don Luigi Ciotti con il presidente Abete e il commissario tecnico: la presenza della Nazionale a Rizziconi vuole essere insieme una testimonianza di solidarietà nei confronti della popolazione calabrese e di impegno civile nella lotta contro la criminalità organizzata.

Con il Commissario prefettizio del comune, i responsabili delle forze dell'ordine e gli attivisti di Libera, la Federcalcio definirà nei prossimi giorni i dettagli dell'iniziativa, che è stata preceduta a luglio da un sopralluogo tecnico-organizzativo, con la collaborazione dell'amministrazione e delle autorità provinciali. L'allenamento della Nazionale, domenica 13 novembre, 48 ore prima dell'amichevole Italia-Uruguay, avrà come sede il campo di Rizziconi (costruito su un terreno confiscato dalla magistratura alla 'ndrangheta) e sarà anche l'occasione per un incontro tra gli Azzurri e i giovani della comunità locale.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata