L'Inter esonera Gasperini, Ranieri in pole position

Milano (Italia), 21 set. (LaPresse) - Ora è ufficiale, Gian Piero Gasperini non è più l'allenatore dell'Inter. Lo comunica il club nerazzurro con un comunicato sul suo sito ufficiale. "F.C. Internazionale comunica che stamane, al centro sportivo di Appiano Gentile, l'allenamento della prima squadra è stato diretto da Daniele Bernazzani e Giuseppe Baresi", si legge nella nota.

"La Società - si legge ancora nel comunicato pubblicato sul sito www.inter.it - ringrazia Gian Piero Gasperini per l'impegno dimostrato nello svolgimento dell'incarico, manifestando il proprio rammarico per l'interruzione del rapporto tecnico".

"Sono molto dispiaciuto, ma i risultati determinano tutto", ha detto Gasperini ai microfoni di Sky all'uscita da Appiano Gentile dopo la comunicazione dell'esonero ricevuta dalla società. L'ormai ex tecnico nerazzurro ha tenuto a ribadire che nonostante l'esito infelice della sua avventura, "si era instaurato un ottimo rapporto con la squadra e la società".

La decisione era nell'aria, all'indomani del ko subito a Novara in campionato. Già questa mattina il presidente Massimo Moratti aveva abnnunciato come imminente l'addio al tecnico di Grugliasco. "Se Gasperini resterà? Non credo. Adesso vedremo che cosa fare in giornata, ma la sua situazione mi sembra molto difficile, sotto tutti i punti di vista", ha detto Moratti.

Parlando all'ingresso degli uffici della Saras, il massimo dirigente nerazzurro ha aggiunto che al momento non c'è ancora l'erede del Gasp: "Non ho ancora pensato all'alternativa a Gasperini, non credo che il problema sia il feeling con i giocatori". Tornando sulla gara di ieri contro il Novara, Moratti è stato lapidario: "Di ieri non può avermi soddisfatto nulla".

Per la successione i nomi sono tanti: il più accreditato appare al momento Claudio Ranieri, seguito da Delio Rossi. Non sono da escludere le piste che portano allo spagnolo Quique Sanchez Flores o al 'santone' olandese Guus Hiddink. Da scartare invece una soluzione interna con Luis Figo al fianco di Baresi e Bernazzani. Lo ha confermato lo stesso Moratti: "Stiamo lavorando, ma non credo ci sarà una soluzione interna", ha detto il presidente.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata