Juventus, Marotta: Giovinco a Toronto? Non ci risulta. Pogba? Per ora resta

Torino, 18 gen. (LaPresse) - "Onestamente, né ufficiosamente né ufficialmente ne siamo a conoscenza". Giuseppe Marotta, amministratore delegato della Juventus, commenta così le indiscrezioni di mercato riguardanti un accordo tra Giovinco e il Toronto. Restando sul tema ed interpellato sui possibili movimenti bianconeri in questa sessione di trasferimenti, il dirigente, intervistato da Sky Sport, chiarisce: "Siamo abituati ad allestire l'organico nella campagna di trasferimenti estiva. In questi anni ci siamo riusciti, allestendo un gruppo che ha centrato degli obiettivi importanti e questo vale anche per questa stagione. Non siamo assolutamente in una situazione di emergenza, il gruppo risponde appieno a quelle che sono le esigenze della società e anche dell'allenatore".

"E' chiaro - aggiunge Marotta - che se si presentano delle opportunità, cercheremo di sfruttarle. Io non ne vedo, onestamente, di opportunità per migliorare questo gruppo in termini di qualità. Però mancano ancora tanti giorni e quindi vedremo". Sull'interesse per Zaza e Sturaro: "Ci siamo resi conti nell'esperienza di questi anni che creare uno zoccolo duro di calciatori italiani è molto importante. E quindi vogliamo continuare su questa strada. Abbiamo identificato quelli che sono i giovani migliori che il calcio italiano può esprimere, non a caso parliamo di giocatori che sono nel giro della Nazionale, ed è chiaro che cerchiamo di portarli alla Juventus. Però - sottolinea - Zaza è di proprietà del Sassuolo, Sturaro è tutto nostro ma in prestito per questa stagione al Genoa, e quindi in questi giorni vedremo quello che potremo fare. Direi che la nostra linea è quella di puntare a prendere i giocatori italiani migliori in circolazione". "Siqueira? E' un buon giocatore però non dimentichiamoci che abbiamo Asamoah che è convalescente e che quanto prima riprenderà. Anche in questo caso dovremmo optare per un eventuale trasferimento a titolo temporaneo, è un'operazione che credo non porteremo a termine".

Quanto al futuro del corteggiatissimo Pogba, Marotta spiega come "la Juventus ha resistito e cercherà di resistere perché abbiamo intenzione di comprare nuovi giocatori importanti e non di venderli. Il destino dei giocatori però è nella loro testa, e quindi è evidente che oggi non ci sono le premesse per immaginare il trasferimento di Pogba in un'altra squadra. Noi però non possiamo fare concorrenza nell'ambito di quelli che sono gli stipendi che vengono proposti. Abbiamo degli equilibri interni che dobbiamo salvaguardare e lo faremo. Però non esistono assolutamente oggi le minime premesse per immaginare che Pogba possa indossare un'altra maglia. Ci tengo a dirlo perché è un nostro obiettivo". "Uno scambio Verratti più Cavani per Pogba Onestamente col Psg non abbiamo avuto alcun contatto e quindi dico che non è vero", taglia corto Marotta.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata