Juventus, Conte: Pensiamo da grande, ma in campo con umiltà

Torino, 20 set. (LaPresse) - "Piedi per terra, ad iniziare dai tifosi: c'è tanto da camminare. I tifosi devono avere fiducia, noi a loro promettiamo lavoro e massimo impegno". Predica umiltà in conferenza stampa l'allenatore della Juventus Antonio Conte, alla vigilia della partita interna con il Bologna. "Ribadisco quanto detto alla vigilia della gara con il Siena", spiega il mister bianconero. "Siamo solo alla seconda giornata - dice - e le graduatorie possono essere ribaltate. Rimaniamo con i piedi per terra, abbiamo iniziato un percorso. Trovo eccessivo tanto entusiasmo, perché alla prima situazione negativa si ritorcerà contro".

"Domani non sarà una partita facile - spiega Conte sull'impegno di domani sera - avrei preferito arrivasse un Bologna con qualche punto in classifica. Invece arriva una squadra a quota zero, nonostante abbia in rosa giocatori importanti. Quindi antenne dritte, non c'è niente di scontato e facile". Il mister bianconero confessa di voler ancora valutare gli uomini da mandare in campo: "Non so se opterò per il turnover, i giocatori sono ben allenati per ripetersi. Farò delle scelte in base all'avversario". Conte invita a non lasciarsi andare all'entusiasmo dopo le prime due vittorie in campionato: "Per noi - spiega - è importante essere partiti nel modo migliore", spiega. "Le statistiche sono importanti, ma due anni fa Juventus vinse le prime due partite e finì settima lo stesso".

"Stiamo lavorando per tornare ad essere una grande squadra", continua il tecnico bianconero. "L'atteggiamento in campo - aggiunge - dev'essere quello di una provinciale, con l'umiltà e la voglia di mangiare l'erba. Dobbiamo lavorare molto ma il nostro atteggiamento dev'essere sempre umile".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata