Juventus, Allegri: Contro Parma partita più difficile di quella con Olympiacos

Torino, 8 nov. (LaPresse) - "Domani sarà una partita molto difficile, molto più di quella contro l'Olympiacos. Veniamo da una partita con grande intensità, con grande dispendio di energie fisiche e mentali. La vittoria di martedì ci deve dare la carica giusta per vincere". Così Massimiliano Allegri, allenatore della Juventus, presenta la sfida di domani contro il Parma. Il tecnico bianconero, parlando in conferenza stampa, non si dichiara stupito del ritorno in corsa del Napoli: "Non avevo nessun dubbio che tornasse nelle zone di alta classifica, è una squadra che ha grande qualità, ha già fatto diversi campionati di alto livello. Non è che una partita sbagliata e direi anche sfortunata con il Bilbao cancellava quelle che erano le loro qualità. Sono bastate due vittorie per riportare il Napoli nelle zone che gli competono e con due rigori sbagliati che avrebbero permesso loro di avvicinarci in classifica".

"Meglio il 'gruppone di testa' o un duello con la Roma? Preferirei che la seconda fosse a dieci punti... Ma le qualità della Roma, del Napoli, ma anche delle altre squadre ora attardate, sono importanti", prosegue Allegri. "Alla fine i valori in un campionato vengono fuori. L'Inter tornerà su, il Milan ha avuto una battuta d'arresto con il Palermo, ma è solamente a tre punti dal terzo posto. Poi c'è la Fiorentina, la Lazio che ha dimostrato solidità e sta giocando anche discretamente bene, anche la Sampdoria sta facendo bene. E' un campionato molto più equilibrato e bello di quello che sembra". Al tecnico bianconero viene chiesto se confermerà contro il Parma il modulo visto con l'Olympiacos: "Valuterò l'allenamento di oggi, credo che continueremo su quella che è stata la partita di martedì, dove abbiamo ripreso un discorso iniziato questa estate, poi interrotto per vari motivi. Piano piano cercheremo di cambiare per misurarci in modo diverso, visto che i giocatori hanno tutte le qualità per farlo". "Padoin od Ogbonna sulla fascia sinistra? Forse c'è anche l'opzione Chiellini. Valuterò oggi pomeriggio e deciderò", spiega Allegri che riguardo la possibilità di schierare un tridente di attaccanti 'puri' spiega: "Questa squadra può anche giocare anche con i tre davanti, dipende sempre dalla disponibilità che loro ti danno nella fase di non possesso. Ci vuole molto equilibrio".

- "Il successo con l'Olympiacos può essere una svolta? Nello spogliatoio c'era l'amarezza del rigore, che comunque si può sbagliare. Ma dall'altra parte c'era l'entusiasmo e la positività perchè la squadra aveva fatto una bella partita. Ma non vuol dire che abbiamo risolto tutti i problemi o siamo diventati una squadra che non deve migliorare. La squadra martedì ha interpretato la partita nel migliore dei modi, giocando con coraggio, reagendo soprattutto dopo il 2-1, creando molto. Serve migliorare molto la fase realizzativa, bisogna più cattiveria davanti". Sugli avversari di domani: "Sarà molto molto più difficile di martedì perchè troveremo una squadra che ha avuto una settimana di tempo per prepararsi. Sicuramente a livello mentale è diversa rispetto a 10 giorni fa perchè veniva da sette sconfitte di seguito. Ma la squadra è pronta per giocare anche questa partita". "La Roma? Nonostante abbia passato un momento difficile, è solamente a tre punti da noi, quindi sta facendo molto bene in campionato", osserva il tecnico. "In Champions ha un girone importante, a Monaco ha fatto una buona partita rispetto a quella dell'andata, che è stata molto strana. La Roma sarà la principale antagonista e fino alla fine ce la troveremo lì attaccata".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata