Juve, ufficiale Gabbiadini alla Samp. Zaza in comproprietà al Sassuolo

Torino, 9 lug. (LaPresse) - Doppia operazione di mercato in casa Juventus, con la cessione di Gabbiadini alla Samp in cambio di Zaza che è stato poi girato al Sassuolo. Con una nota sul suo sito internet, la Juventus comunica di "di aver risolto a proprio favore l'accordo di partecipazione (ex art. 102 bis N.O.I.F.) in essere con l'Atalanta Bergamasca Calcio S.p.A. relativo al diritto alle prestazioni sportive del calciatore Manolo Gabbiadini. Il corrispettivo per la risoluzione è stato fissato in Ç 5,5 milioni pagabili da Juventus in 3 anni. Inoltre, Juventus ha perfezionato l'accordo con l'U.C. Sampdoria S.p.A. per la cessione a titolo definitivo del diritto alle prestazioni sportive dello stesso calciatore per un importo di Ç 11 milioni pagabili in 3 anni. Contestualmente le due società hanno stipulato un accordo di partecipazione (ex art. 102 bis N.O.I.F.) relativo al medesimo calciatore per un importo di Ç 5,5 milioni pagabili in 3 anni".

Contestualmente la Juventus comunica di "aver acquistato a titolo definitivo dalla società U.C. Sampdoria S.p.A. il diritto alle prestazioni sportive del calciatore Simone Zaza per un importo di Ç 3,5 milioni pagabili in 3 anni. Inoltre, Juventus ha perfezionato l'accordo con la società U.S. Sassuolo Calcio S.r.l. per la cessione a titolo definitivo del diritto alle prestazioni sportive dello stesso calciatore per un importo di Ç 5 milioni pagabili in 3 anni. Contestualmente le due società hanno stipulato un accordo di partecipazione (ex art. 102 bis N.O.I.F.) relativo al medesimo calciatore per un importo di Ç 2,5 milioni pagabili in 3 anni".

Con una nota sul suo sito internet, la Sampdoria comunica "di aver sottoscritto un contratto economico con il calciatore Pawel Wszolek (nato a Tczew, Polonia, il 30 aprile 1992)". Centrocampista esterno, destro naturale ma spesso e volentieri impiegato a sinistra, il ventunenne Wszolek proviene dal Polonia Warszawa. Abbina forza fisica (è alto un metro e 86) a una buona tecnica di base e a un'innata capacità d'inserimento. Qualità, queste, che lo hanno già portato a vestire la maglia della Polonia in quattro occasioni, saltando quasi a piè pari gli step con le Under 20 e 21 e attirando verso di sé le attenzioni di decine di osservatori.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata