Juve in apprensione per Vidal, tornerà subito in Italia. Il cileno su Twitter: Ginocchio è perfetto

Santiago (Cile), 5 set. (LaPresse) - Il centrocampista della Juventus Arturo Vidal potrebbe tornare in Italia dopo l'amichevole della nazionale cilena contro il Messico a San Francisco, in California, saltando così il secondo impegno della Roja contro Haiti a Fort Lauderdale. Ieri il mediano bianconero non si è allenato per una piccola infiammazione al ginocchio destro operato prima della Coppa del Mondo 2014 Brasile.

Parlando alla stampa cilena, il presidente della federazione Sergio Jadue, ha confermato che Vidal dopo il match contro i messicani potrebbe tornare subito in Italia per precauzione. "C'è questa possibilità, perché Arturo ha qualche problema al ginocchio e dopo questa partita potrebbe rientare in Italia", ha detto il presidente federale.

Nel pomerioggio italiano è stato lo stesso Vidal a fare luce sulla sua situazione. "Il mio ginocchio è perfetto, per favore smettetela di inventare. Informate in modo corretto. Forza Cile". Con questo tweet il centrocampista della Juventus, smentisce dal ritiro del Cile le voci di nuovi problemi al ginocchio operato a maggio prima della Coppa del Mondo.

"Sto bene, sono fiducioso, manca poco al mio rientro, le cose stanno andando bene". Lo ha detto intanto Andrea Barzagli nel corso del consueto 'Filo diretto' con i tifosi bianconeri su JTv. Una Juve che riparte dopo tre anni di successi sotto la guida di Antonio Conte. "In questi tre anni ci sono stati bellissimi momenti di felicità. Soprattutto l'anno del primo scudetto, inaspettato", ha ricordato il centrale toscano. Sull'impatto con il nuovo allenatore Allegri, Barzagli ha detto: "Con Allegri va tutto molto bene, siamo ripartiti col piede giusto, si è visto già da sabato. Il nuovo mister ha portato nuove idee. Per noi l'importante è restare con la stessa voglia di vincere". Per il veterano bianconero non c'è differenza nel giocate tra difesa a tre o a quattro. "L'importante è l'organizzazione del reparto difensivo", ha dichiarato Barzagli.

"Da fuori si soffre molto a vedere i compagni di squadra giocare", ha scherzato ancora Barzagli nel rispondere alle domande sulle sue condizioni. Il campione bianconero, tornato in gruppo da martedì assieme ad Alvaro Morata, ha tranquillizzato i tifosi bianconeri, aggiungendo di essere in buona condizione fisica e mentale. "Sono fiducioso, manca poco al mio rientro: è stata un'operazione al calcagno, non è certo da sottovalutare. I tempi sono naturalmente lunghi, ma le cose stanno andando molto bene, e monitoriamo la situazione giorno per giorno", ha ribadito. I tifosi non potevano che chiedere una previsione sulle più temibili avversarie per la stagione appena avviatasi. Il difensore della Juventus ha così risposto: "La Roma rimane la squadra più temibile, ma le altre si sono rinforzate. L'Inter ha preso giocatori di esperienza, il Milan ha un po' stravolto la sua rosa, e con arrivo di Inzaghi può fare un ottimo campionato. Anche la Lazio ha fatto un ottimo mercato, ma è durante il campionato che i valori emergono. Non saprei dire chi potrà essere la sorpresa di quest'anno".

Sull'altro fronte, quello europeo, Barzagli concorda con il mister nel pensare che l'obiettivo iniziale sia quello di superare il girone A. "Ci auguriamo di passare il raggruppamento. Speriamo di fare meglio dell'anno scorso, anche se sappiamo che è mai facile in questo genere di competizione: non puoi fidarti di una squadra che sembra inferiore. Tuttavia, bisogna prendere ad esempio l'Atletico Madrid dello scorso anno: perché non sognare anche noi?". L'ultimo pensiero riguarda la prossima sfida della Juventus, ovvero quella contro l'Udinese di Stramaccioni: "E' una squadra che sicuramente verrà allo Stadium per fare una buona partita, anche d'attesa, per poi ripartire. Ci vuole massima concentrazione, come al solito".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata