Juve forza cinque, Fiorentina annichilita e Milan resta a +4

Firenze, 17 mar. (LaPresse) - La Juventus replica al successo del Milan e lo fa in grande stile, travolgendo in trasferta la Fiorentina con un sonoro 5-0. Un successo che consente ai bianconeri di restare nella scia dei rossoneri vittoriosi a Parma, riportandosi a -4 dalla capolista, e che sembra mettere in archivio, almeno momentaneamente, i numerosi problemi in attacco mostrati dai bianconeri in questa stagione. Per i viola, un ko pesantissimo che rimette in discussione il destino di Delio Rossi in panchina. Alla fine della partita, i tifosi hanno manifestato sonoramente il loro disappunto nei confronti della squadra viola e della dirigenza.

La partita per la squadra di Conte si mette subito in discesa. A sbloccare il risultato è uno degli uomini più discussi dello scacchiere bianconero, Vucinic. Al 16' il montenegrino, che aveva colpito il palo dopo appena sei minuti, duetta con Pirlo e batte con un bel destro il portiere viola Boruc. Quattro minuti dopo, l'episodio chiave del match: a palla lontana, Cerci reagisce con un calcio ad una manata di De Ceglie. Il gesto non è particolarmente violento ma è plateale. Bergonzi è inflessibile: rosso per l'esterno viola e Fiorentina in dieci. Poco prima della mezz'ora arriva il raddoppio dei torinesi: stavolta Vucinic si veste da uomo-assist servendo Vidal. Boruc si oppone alla prima conclusione del cileno, non sulla ribattuta. 2-0 e partita che sembra già decisa.

Nella ripresa ancora Vucinic si rende pericoloso, ma il suo destro si spegne a lato. Al 10' è Pirlo a salire in cattedra, servendo al bacio Marchisio: colpo di testa del mediano e tris bianconero completato. In campo c'è una sola squadra, la Juventus, eppure al quarto d'ora c'è lavoro per Buffon: il portiere della Nazionale si oppone alla grande sul sinistro di Lazzari. Al 22' tocca a Pirlo scrivere il suo nome sul tabellino dei marcatori: ad innescare il regista bianconero è Vucinic, sempre più mattatore. Il poker non basta alla squadra bianconera che al 28' trova anche il quinto gol. A superare Boruc è Padoin, più abile di tutti ad insaccare un pallone filtrante in area. Finisce con la Juventus in trionfo e la contestazione del pubblico viola. I bianconeri continuano la rincorsa sul Milan, la Fiorentina si guarda con preoccupazione alle spalle: la zona retrocessione è a soli sette punti.

FIORENTINA-JUVENTUS 0-5

Marcatori: pt 15 Vucinic, 28' Vidal; st 10' Marchisio, st 22' Pirlo, 27' Padoin.

Fiorentina: Boruc, Cassani, Natali, Nastasic, Pasqual, Olivera (st 1' De Silvestri), Montolivo, Lazzari, Cerci, Vargas, Amauri. All. Rossi.

Juventus: Buffon, Lichtsteiner, Cacerers, Bonucci, De Ceglie, Pepe, Marchisio, Pirlo, Vidal (st 25' Padoin), Vucinic (st 20' Borriello), Matri (st 14' Quagliarella). All. Conte.

Arbitro: Bergonzi.

Note: espulso al 20' del pt Cerci per fallo di reazione.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata