Juve divisa tra Suarez e Higuain, Inter tratta per Destro

Torino (Italia), 19 mag. (LaPresse) - Il mercato di mezza Europa ruota intorno ai giocatori in esubero del Real Madrid, in particolare Gonzalo Higuain e Ricardo Kakà. Il presidente dei Blancos è stato chiaro con Mourinho: prima di altri rinforzi, cedere quei giocatori poco utilizzati. E proprio il bomber argentino appare quello maggiormente indiziato a lasciare la capitale spagnola. Su di lui c'è la corte spietata della Juventus e del Paris Saint Germain, ma anche dall'Inghilterra non mancano le offerte. Nei giorni scorsi la coppia Paratici-Nedved è stata a Madrid per un primo incontro con il padre e agente di Higuain, il Pipita ha fatto capire di preferire proprio i bianconeri al Paris Saint Germain che infatti potrebbe virare su Kakà. Il problema è il costo del cartellino, non meno di una 40ina di milioni di euro. Maggiormente praticabile, quindi, per i bianconeri appare la pista che porta a Luis Suarez del Liverpool. Il centravanti uruguaiano costa 30 milioni e anche lui ha fatto già capire di gradire i bianconeri. La Juve ha già avuto un primo contatto con il suo agente, il fratello di Pep Guardiola.

In casa Inter, intanto, in attesa di Lavezzi si torna a parlare di Lucas. Il genietto del San Paolo costa 25 milioni e potrebbe arrivare a Milano in caso di cessione di Sneijder. Nerazzurri che trattano però anche Mattia Destro con il Genoa, proprietario di una metà del cartellino. Gli uomini di Moratti avrebbero messo sul piatto oltre ai soldi, anche il giovane Longo e l'altra metà di Kucka. Messo in chiaro che Ibrahimovic non si muove da Milano, Galliani lavora anche per la riconferma di Maxi Lopez. La valutazione del Catania di 8 milioni è eccessiva, si punta a uno sconto. Un mercato del Milan che però al momento non pare promettere il colpo grosso, con Tevez e Balotelli che al momento appaiono più sogni difficili da raggiungere che effettivi obiettivi. E' anche vero che Galliani ha abituato ormai a sorprendere tutti negli ultimi giorni di mercato e quindi, mai dire mai...

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata