Juve, Conte: Mai facile battere il Toro, sarò martello fino alla fine

Torino, 28 apr. (LaPresse) - "E' stata una partita preparata benissimo da parte nostra, nei minimi dettagli, perchè non è mai semplice contro il Torino". Così Antonio Conte ai microfoni di Sky Sport dopo la vittoria nel derby contro il Torino. "Volevamo vincerla e ce l'abbiamo fatta. Complimenti al Torino che ha tenuto bene il campo - ha aggiunto il tecnico della Juve - abbiamo fatto gol con Vidal e Marchisio nel finale. Due reti pesantissime, perchè ora manca un punto alla matematica certezza". Festeggiare il secondo scudetto a tre giornate d'anticipo sarebbe qualcosa di staordinario. Complimenti ai ragazzi - ha detto ancora Conte - hanno dimostrato anche oggi in un clima bello tosto, perchè sappiamo quanto conta il derby e anche per me".

Conte torna sulla scelta del modulo con una sola punta. "Io penso che un allenatore debba avere la possibilità e le capacità di cercare di schierare i migliiori. Abbiamo giocatori molto forti - ha detto - oggi abbiano fatto una prestazione importante sotto l'aspetto tecnico, tattico e temperamentale. Potevamo accontentarci del punto e invece abbiamo cercato di giocare come sappiamo fare e cercare la vittoria". Scudetto vicino ma non è ancora finita: "Sarò un martello continuo fino a quando non avremo il secondo scudetto in mano. Capisco che i ragazzi vorrebbero stare più tranquilli, ma lo sanno che sono fatto così". Conte ribadisce che in questa fase non c'è una accantonamento degli attaccanti: "Matri e Quagliarella, anche Giovinco, sono stati fondamentali per lo scudetto. Erano in campo contro l' Inter e contro il Bayern. Tutti hanno giocato gare importanti e hanno avuto le loro opportunità, questo dimostra la fiducia che io ho nei miei attaccanti. In questo momento avevo bisogno di fare qualcosa di diverso, di trovare un'alternativa per le squadre che ti prendono le misure". Infine un giudizio sull'altra grande prova di Pogba. "Ha avuto una crescita esponenziale, abbiamo trovato questa formula ma non si rinnegano i due attaccanti. In questo modo cerchiamo di avere più imprevedibilità".

"La posizione più avanzata? Io mi sono trovato bene, essendo centrocampista sono più portato a muovermi tanto, però in quella posizione riesco a trovarmi molto bene, sia con Mirko (Vucinic, ndr) che con gli altri attaccanti. Se è un discorso che vale per questo campionato o il prossimo anno dovete chiederlo al mister". Così il centrocampista della Juventus Claudio Marchisio si è espresso ai microfoni Rai a proposito della posizione più offensiva in cui Conte l'ha impiegato nelle ultime partite.

"Scudetto? E' vero che siamo molto vicini - ha ammesso il giocatore bianconero - ma la prossima partita incontriamo il Palermo che si deve salvare e non vorrà partecipare ad alcuna festa. Sarà una partita dura, serve un punto, ma noi cerchiamo sempre di fare risultato pieno". "Era fondamentale vincere oggi, il Torino ci aveva già messo in difficoltà all'andata - ha spiegato Marchisio - questa volta siamo riusciti a prepararla meglio e a subire di meno, con la freschezza e la qualità siamo riusciti a risolvere questa partita", ha concluso l'autore del secondo gol della Juve.

"E' il gol più importante da quando sono qui, perchè un derby è sempre un derby. Sì, ora manca davvero poco alla vittoria dello scudetto". Così Arturo Vidal ai microfoni di Sky Sport dopo la vittoria della Juve nel derby contro il Torino. "E' stata una partita difficile - ha aggiunto il centrocampista cileno - il Torino gioca molto bene e tatticamente sono disposti bene. L'importante, però, è che alla fine abbiamo vinto". Scudetto che è ormai ad un passo, Vidal però non abbassa la guardia: "Manca un punto alla vittoria finale, ora dobbiamo pensare alla sfida contro il Palermo".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata