Juve, Conte: Io sereno, Roma e Garcia alimentano cultura del sospetto

Sassuolo, 28 apr. (LaPresse) - "Penso di essere abbastanza sereno soprattutto per la posizione in cui mi trovo a più otto sulla seconda. Credo che nervosi possano essere altri che inseguono e che dovrebbero stare attenti a quello che dicono". Il tecnico della Juventus risponde nuovamente all'allenatore della Roma Rudi Garcia che l'aveva definitivo oggi un po' nervoso dopo lo scambio di battute tra i due in merito all'impegno degli avversari dei bianconeri messo in dubbio dall'allenatore francese.

"Hanno alimentato la cultura del sospetto, invece di andare avanti siamo andati indietro - ha aggiunto Conte dopo il successo per 3-1 sul Sassuolo ai microfoni di Sky Sport - Non ho visto un passo avanti tra le loro affermazioni. Sento dire che la Roma sta facendo qualcosa di stratosferico, io dico che a tre giornate dalla fine la Roma è a otto punti, noi giovedì ci giocheremo l'accesso in finale di Europa League. Se il campionato della Roma è stratosferico non riesco a trovare un aggettivo per noi", ha proseguito l'allenatore bianconero.

In merito alla sfida con il Sassuolo, l'allenatore della Juventus ha ammesso che "abbiamo speso energie nervose, è stata molto dura. Zaza? E' un giocatore forte che è cresciuto tanto, l'avevamo anche studiato, ci ha dato la sveglia, sta crescendo tanto. Faccio i complimenti a lui ma anche a tutto il Sassuolo, è una squadra che gioca al calcio e ha tutte le possibilità per salvarsi. Auguro il meglio a loro". Conte non sente però ancora lo scudetto in tasca. "C'è ancora possibilità per chi insegue, dovremo essere bravi a chiudere il discorso in maniera definitiva nella prossima partita - ha aggiunto - Abbiamo fatto un grandissimo passo in avanti, ma chi insegue ha il diritto di sperare ancora". In chiusura, una battuta sulla semifinale di ritorno di Europa League contro il Benfica. "Sono convinto che giovedì giocheremo in dodici - ha ammesso l'allenatore della Juventus - Il Benfica dovrà fare molta attenzione, ci saranno i tifosi pronti a scendere in campo giovedì. Mi aspetto un impianto bollente, abbiamo bisogno di recuperare energie fisiche e nervose. Non sarà facile ma con l'aiuto di tutti possiamo farcela".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata