Juve campione d'Italia, caroselli e festa per le vie di Torino

Torino, 5 mag. (LaPresse) - Grande festa per le vie di Torino per la vittoria dello scudetto da parte della Juventus. La squadra bianconera a bordo di un autobus scoperto dopo circa tre ore e mezza è arrivata nel pieno centro dal capoluogo sabaudo, letteralmente travolta dal calore dei suoi fans.

Neanche la pioggia ha fermato i migliaia di tifosi che hanno invaso le vie e le principali piazze del capoluogo sabaudo subito dopo la vittoria sul Palermo per celebrare il trionfo dei ragazzi di Antonio Conte. Trombette, cori e qualche fumogeno bianco, rosso e verde, il 'gadget' piú in voga tra i bianconeri sicuramente il gagliardetto dello scudetto con sopra inciso il numero 31. E scudetti con il numero 31 stampato sopra campeggiano sull'autobus scoperto con a bordo i giocatori bianconeri, con staff tecnico e famiglie.

Scatenato Gigi Buffon, il capitano bianconero è l'autentico mattatore fisso alla testa del pullman a saltare e ballare con i compagni. Dalle maschere di V per Vendetta agli occhiali da sole bianconeri disegnati da Lapo Elkann sfoggiati da Chiellini, l'entusiasmo è senza freni. Sebastian Giovinco, cresciuto nelle giovanili bianconere, solleva uno striscione che recita la scritta '5 maggio godo ancora', un chiaro riferimento allo scudetto conquistato dalla Juve nel 2002 ai danni dell'Inter. In mezzo ai giocatori ha fatto capolino anche Antonio Conte, che ha invitato i tifosi a salutare la squadra intonando cori e battendo le mani contro il bus.

Diversi i gagliardetti dello scudetto con il numero 31 sopra, sollevati a turno un po' da tutti i giocatori bianconeri. Fa eccezione tra questi Simone Pepe, che sulla scia dell'anno scorso tiene in mano un cartello stradale che fissa ai 31 orari il limite di velocità. Torino è il cuore della festa, ma nel pomeriggio anche in tante altre città i tifosi bianconeri hanno festeggiato l'ennesimo trionfo della 'Fidanzata d'Italia'.





© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata