Juve, Allegri: Cagliari temibile, dobbiamo vincere. Squalifica? Credevo a uno scherzo

Torino, 17 dic. (LaPresse) - "Il Cagliari è una squadra difficile da affrontare, ma bisogna tornare alla vittoria e dovremmo farlo domani con una buona prestazione come lo è stata contro la Samp dove purtroppo non siamo riusciti a vincere". Lo ha detto Massimiliano Allegri, allenatore della Juventus, nel corso della conferenza stampa alla vigilia della partita contro il Cagliati. "Loro hanno molte soluzioni offensive come tutte le squadre di Zeman. E' una squadra che gioca sempre a viso aperto per fare gol e verrà fuori una bella partita", ha aggiunto.

"Non sono preoccupato per l'attacco, ma bisogna tornare al gol. Abbiamo avuto situazioni importanti contro la Samp ma non le abbiamo sfruttate al meglio e domani dovremo cercare attaverso il gioco e l'inserimento di centrocampisti e delle punte di ottenere la vittoria", ha detto ancora Allegri a proposito dell'assenza di gol da parte degli attaccanti bianconeri.

"Sono rimasti sorpreso dalla squalifica, c'è una bella differenza tra un insulto e una imprecazione". Così invece Allegri commenta la giornata di squalifica inflittagli dal Giudice Sportivo dopo la gara con la Samp. "Il mio comportamento con gli arbitri è stato sempre abbastanza corretto. Poi non sono un santo e qualche imprecazione la posso fare anche io se mi è consentito", ha aggiunto. "Ripeto, sono sorpreso mi è arrivato un messaggio e pensavo fosse uno scherzo. Garcia? Non posso dire nulla su cose che riguardano gli altri", ha concluso.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata