Juve, Agnelli: Scirea era un campione, ma a noi manca l'uomo

Torino, 21 nov. (LaPresse) - "Gaetano Scirea ha vinto tutto ed è stato un campione, ma a noi oggi manca l'uomo". Lo ha detto il presidente della Juventus, Andrea Agnelli, nel corso della cerimonia di intitolazione dell'ex corso Grande Torino all' indimenticato campione bianconero morto il 3 settembre 1989 in un incidente stradale in Polonia.

"Ricordo l'incredulità quando ho sentito quella notizia alla Domenica Sportiva. Allora non avevo ancora 14 anni. Scirea è stato un campione - ricorda Agnelli - un marito, un padre non solo per la sua famiglia ma anche per tutti gli juventini". "Con l'intitolazione di questo corso in suo onore oggi, Gaetano Scirea torna a casa. Questa via prima era intitolata al Grande Torino, ma ora ognuno potrà godere dei suoi simboli", ha detto ancora Agnelli. Al Grande Torino, infatti, il 29 novembre sarà intitolata una piazza davanti alla Torre Maratona presso lo Stadio Olimpico di Torino.

Alla cerimonia hanno partecipato anche la vedova Scirea, Mariella, e il figlio Riccardo. Tra gli altri erano presenti l'allenatore della Juve Antonio Conte, il portiere e capitano Gigi Buffon, il dg Beppe Marotta, il presidente onorario Giampiero Boniperti e campioni del passato come Roberto Bettega e Beppe Furino.

Twitter: elfelena83

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata