Italia non pensare al "biscotto", vincere con il Trap vale 1,23
ROMA - Il rischio c'è, ma meglio non pensarci e concentrarsi sulla partita contro l'Irlanda. A parte tutte le possibili combinazioni tra Croazia e Spagna, la condizione fondamentale è che l'Italia vinca contro la squadra del Trap, già fuori dai giochi, ma che promette di non fare sconti agli azzurri e vuole provare a regalare qualche soddisfazione ai propri tifosi. Magari non sarà un successo che viaggia decisamente alto sul tabellone di Iziplay, a quota 11,50, così come il segno «X» bancato a 6,50, ma l'Irlanda, così come gli azzurri, punta allo spettacolo. Lo confermano anche le quote: con l'Over decisamente favorito a 1,55 e preferito dal 75% degli scommettitori, mentre per il Goal, esito di tre degli ultimi quattro precedenti, si sale a 2,05. Il successo di Prandelli sembra un obiettivo più che abbordabile a 1,23, così anche il segno «1 con handicap» (l'ipotesi che l'Italia vinca con almeno due gol di scarto) è alla portata a 1,67. Vincere, però, potrebbe non bastare agli azzurri. Toccherà guardare a Croazia e Spagna, con la minaccia "biscotto" che incombe anche in quota. Se i campioni in carica vincono, gli azzurri passano ai quarti, e la lavagna di Iziplay lancia le Furie Rosse a 1,70, ipotesi confermata da 8 scommettitori su 10, con il segno «X» offerto a 2,90. Il pareggio non eliminerebbe automaticamente gli azzurri, ma dipenderà dal risultato esatto. Il 2-2 "fatale" vale 8,00, per il 3-3 si sale a 40,00, e anche se i tifosi non vogliono credere al "biscotto" gli scommettitori ci puntano, visto che il 95% delle giocate è distribuito su questi due risultati. Anche la vittoria della Croazia lancerebbe l'Italia, ma è un'eventualità decisamente meno probabile, visto che l'«1» di Bilic vale 8,50. In attesa che la Germania scenda in campo questa sera già si è mosso qualcosa sul tabellone per il vincente. L'eliminazione a sorpresa della Russia lancia la Grecia anche in lavagna: una nuova impresa dei greci, dopo il trionfo a Euro 2004, si gioca a 40 volte la posta (alla vigilia era a 85,00), con Spagna e Germania sempre in vetta e alla stessa quota, 3,35, davanti alla Francia a 8,50. Doppia cifra per Italia e Inghilterra che assieme al Portogallo sono a quota 12,00. RED/Agipro

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata