Inzaghi: Contro il Napoli serve il miglior Milan per il riscatto. Arrabbiato dopo Genova

Milano, 13 dic. (LaPresse) - "Domani è un bel banco di prova, contro una squadra molto forte e cercheremo di dare una risposta al risultato negativo di Genova". Così Pippo Inzaghi nella conferenza stampa alla vigilia di Napoli-Milan di domani sera. "Il Napoli è forse l'attacco più forte del campionato - ha aggiunto il tecnico rossonero - cercheremo di sfruttare le nostre caratteristiche mettendoli in difficoltà". Ancora Inzaghi su Milan-Napoli: "L'anno scorso abbiamo perso con un gol di Higuain creato dal nulla, servirà il miglor Milan della stagione per vincere, ma i giocatori hanno una grande voglia di riscatto. Sono sicuro vedremo un Milan all'altezza poi il campo dirà se sarà così".

Poi Inzaghi è tornato sulla sconfitta in casa del Genoa: "E' l'unica partita per cui mi sno arrabbiato. Loro non hanno creato niente e ci hanno battuto, hanno avuto più fame di noi. Non capiterà più, sarà l'ultima volta. Non possiamo permetterci ci perdere solo su un angolo". Per il tecnico rossonero "la crescita della squadra passa anche da questi alti e bassi. Dobbimao essere bravi di cogliere a lvolo quando ci ricapiterà l' occassione di essere terzi. A Genova abbamo fatto male solo nel secondo tempo, con una reazione disordinata dopo essere passati in svantaggio. Ora cerchiamo di essere più ordinati nelle nostre reazioni". Un Inzaghi comunque fiducioso: "la voglia di vincere c'era, ma c'è stato disordine. Per diventare grandi bisogna migliorare passando anche da queste sconfitte. Sapendo che altre squadre come il Napoli o l'Inter stanno facendo fatica".

Inzaghi ha poi parlato dei singoli, a partire da Menez: "Non si può sempre tirare in porta e fare gol. Col Genoa sarebbe stato importante andare in vantaggio, si sarebbe cambiata l'opinione di tutti". Sullo scontro Muntari-Van Ginkel e l'infortunio del giovane belga: "E' stato un intervento duro, non è stato un intervento killer altrimenti Muntari sarebbe già fuori rosa. Spiace per Van Ginkel, non c'era intenzione di far male. Il caso per me è chiuso. Spiace perdere Van Ginkel: volevo riproporlo. Oggi cercherò di capire come sostituirlo".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata