Internazionali d'Italia: Errani-Vinci ko in finale doppio

Roma, 19 mag. (LaPresse) - Sara Errani e Roberta Vinci non riescono a trionfare per il secondo anno consecutivo nel tabellone di doppio femminile agli Internazionali Bnl d'Italia. Le azzurre, teste di serie numero uno del tabellone ed in vetta al ranking Wta, sono state sconfitte dalla coppia formata dalla cinese Shuai Peng e dalla taiwanese Su-Wei Hsieh, vincitrici al Foro Italico nell'edizione 2009. Le asiatiche si sono imposte per 6-4, 3-6, 10-8 in 1 ora e 27 minuti di gioco. La gara inizia bene per le azzurre che strappano subito il servizio alla Peng nel game di apertura. Il parziale segue poi l'andamento dei servizi fino all'ottavo gioco quando la Errani incappa in un passaggio a vuoto consentendo alle asiatiche di strapparle il servizio (4-4). Nel game successivo però le azzurre tornano a prendere l'inerzia della gara strappando per la seconda volta il servizio alla Peng. Il set si chiude 6-4 al decimo gioco grazie ad una bella volée della Errani. Le asiatiche comunque non mollano e nella seconda partita si portano sul 4-2 grazie ad un break al sesto game sul servizio della Errani. Le italiane fanno altrettanto su quello della Hsieh nel gioco successivo ma all'ottavo anche la Vinci perde il suo turno di battuta consentendo alle rivali di issarsi sul 5-3 prima e chiudere 6-3 poi. Il match si decide quindi nel super tie-break. L'equilibrio resiste fino al 3-3 poi Peng e Hsieh piazzano un parziale di cinque punti a zero che le issa sull'8-3. Errani-Vinci reagiscono arrivando fino ad un soffio dalle asiatiche (8-7) ma è solo un illusione perché Peng e Hsieh mantengono i nervi saldi chiudendo 10-8 al secondo match point.

"Siamo sempre state in lotta e molto vicine. Peccato che nel super tie-break loro abbiano fatto quella serie di punti in fila ma eravamo lì. Meglio perdere qui o a Parigi? Qua". E' l'analisi di Roberta Vinci e Sara Errani dopo il ko nella finale degli Internazionali Bnl d'Italia contro la cinese Shuai Peng e la taiwanese Su-Wei Hsieh. Ad un certo punto del match la Errani ha anche lanciato la racchetta per terra, un gesto inusuale per l'azzurra: "Mi sono innervosita perché aveva preso la riga e perdere un punto così mi fa rosicare", spiega. Verso il Roland Garros, dove sono campionesse uscenti, le due azzurre scelgono un tipo di avvicinamento diverso. La Errani andrà ad allenarsi a Valencia e poi direttamente a Parigi mentre la Vinci giocherà il Wta di Bruxelles: "Ho sempre giocato la settimana prima di uno slam - spiega la tarantina - e preferisco farlo piuttosto che stare ferma". Anche verso la stagione sull'erba e Wimbledon, l'unico torneo fra i 4 più importanti che ancora non hanno vinto, le due si avvicineranno in maniera opposta senza iscriversi a tornei di doppio sull'erba. "Giocheremo solo a Wimbledon", concludono.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata