Inter, Stramaccioni: Io alla Juve? Non mi ci vedo su quella panchina

Milano, 29 mar. (LaPresse) - "Lui sa meglio di me come vanno dinamiche, è un professionista. Anche se è una grandissima squadra, a me risulta difficile immaginarmi sulla panchina della Juventus anche in virtù della mia giovanissima carriera". Così Andrea Stramaccioni risponde ad Antonio Conte che in conferenza stampa ha detto che non avrebbe problemi ad allenare l'Inter. "Poi fra 4-5-6 anni magari su un'altra panchina, non proprio quella", scherza Stramaccioni.

"Non è una partita come le altre. La Juventus sta dimostrando di essere la migliore. Gli stimoli sono al massimo". Così Stramaccioni nella conferenza stampa alla vigilia del match di campionato contro la Juventus. Difficile la presenza di Guarin, tornato in ritardo e da poche ore dal Sud America: "Quando ho sentito che Isla era arrivato subito, mentre Gargano e Pereira no ho pensato che siamo sfortunati. Quando si hanno tanti sudamericani sono cose che pssono succedere. Non è una cosa fortunata, alcuni li ho visto solo stamattina, Guarin si sta allenaneto ora".

"Le parole di Moratti sono sempre determinanti, come sbaglia aggettivo vengo travolto da nomi di altri allenatori". Così Stramaccioni scherza sulle continue voci su un cambio di panchina all'Inter per il prossimo anno. "La fiducia del presidente devo confermarla ogni giorno. Poi lo ripeto: se il presidente mi manda via stasera o fra tre anni io dovrò solo dire grazie. Il mio compito è solo lavorare per far fare più punti possibili. Cerchiamo di ripagare tutti e io per primo la fiducia del presidente".

A Stramaccioni viene poi chiesto se gli danno fastidio le voci sul ritorno di Mourinho: "So quale è la verità dal presidente. Sono tranquillo. So quanto Mourinho è legato all'Inter. Mi disapiace che in un momento di difficoltà queste cose vengono usate per illudere i tifosi". Per Stramaccioni, Mourinho si deve "cercare di imitare, di imparare. È un punto di arrivo. Il presidente ha risposto e non credo che sia una cosa che destabilizzi i giocatori. A Mourinho siamo solo legati".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata