Inter, Ranocchia salta il derby. Carica Moratti: Possiamo vincere

Milano, 22 feb. (LaPresse) - Dall'infermeria arrivano brutte notizie per Stramaccioni che dovrà fare a meno di Andrea Ranocchia. Il difensore dell'Inter ha riportato una distorsione al ginocchio nel match di Europa League disputato ieri sera a Cluj. Viste le assenze anche di Samuel e Silvestre, anche loto infortunati, è possibile che il tecnico nerazzurro schieri Cambiasso nel ruolo di difensore centrale.

"La favorita nel derby? Assolutamente il Milan. È super favorita". Così il presidente dell'Inter Massimo Moratti, proiettandosi all'attesa stracittadina di domenica sera contro i rossoneri. "Mi sembra lo sia davvero. Ha appena battuto il Barcellona - spiega a margine del 'Candido Day 2013' nella sede de 'La Gazzetta dello sport' - non credo di dire una cosa che sia spiritosa o ironica, ma è anche vero che chi non è favorito può vincere". Sulle condizioni della squadra, reduce dalla vittoria in Europa League contro il Cluj, Moratti garantisce che "sta bene, ma certamente c'è stanchezza e ci sarà per la partita di ieri, superabile con orgoglio e grinta". A chi gli chiede per quale delle due squadre una vittoria nel derby sarà più importante, il presidente nerazzurro risponde: "Entrambi".

"Se devo essere sincero, non mi farà tutto questo effetto. Gli voglio bene e sono felice che abbia trovato in carriera punti di partenza importanti, tanto il Manchester City quanto adesso appunto il Milan. Un conto che gli si voglia bene perchè l'ho visto crescere nell'Inter, un conto he questa volta sarà avversario, ma non credo con rabbia". Moratti risponde così a chi gli chiede quali sensazioni vivrà a vedere Mario Balotelli vestito con la maglia rossonera nel prossimo derby. "L'ho visto anche con quella del Manchester City. È un giocatore destinato a ripartire sempre con successo, in squadre diverse, tra le quali il Milan", prosegue il presidente nerazzurro che non si dice preoccupato per le possibili reazioni dei tifosi nei confronti del grande ex della partita. "Tutte e due le reazioni delle tifoserie, non solo Balotelli, ma anche nei confronti di Milito - dice Moratti - possono essere preoccupati, ma non credo. Tra l'altro, le tifoserie di Inter e Milan sono tifoserie che non si sono mai accanite l'una contro l'altra e poi - aggiunge - c'è il rispetto nei confronti dei giocatori".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata