Inter, Mazzarri: Se facciamo bene dura per tutti. Fischi? Siamo in democrazia

Milano, 31 ott. (LaPresse) - "Siamo l'Inter, dobbiamo pensare da Inter. Se noi facciamo le cose bene sarà dura per chiunque". Lo ha detto Walter Mazzarri, allenatore dell'Inter, nel corso della conferenza stampa alla vigilia della gara contro il Parma. Parlando degli avversari, il tecnico nerazzurro ha aggiunto: "Il Parma sta raccogliendo meno di quanto avrebbe meritato, è una buona squadra. Confido nella nostra crescita. Dobbiamo migliorare ancora la nostra mentalità, partire dal primo minuto nel modo giusto". "Cassano sta facendo un grande campionato, è in forma, sappiamo il suo valore", ha detto Mazzarri. Tornando alla sua Inter: "Da tre partite a questa parte credo si sia vista la squadra che voglio vedere. Mi sono sempre preoccupato di non far incidere le cose successe all'esterno sulla squadra. Sul capitolo infortunati: "Stiamo facendo di tutto per recuperarli, devo pensare che chi andarà in campo dia il meglio. Stiamo facendo di tutto per recuperare anche Hernanes, vorrei portarlo a Parma. Campagnaro non è recuperato".

"Al Parma sono mancati i risultati. Sappiamo che sono una squadra ostica, ma noi siamo l'Inter e dobbiamo pensare da Inter: lo dico sempre ai ragazzi", ha spiegato acora Mazzarri. Il tecnico nerazzurro aggiunge: "Mi sono sempre preoccupato che le cose che ci sono all'esterno non incidano sul rendimento dei ragazzi. Noi dobbiamo dare tutto per questi colori". Si entra, poi, nel dettaglio. Gli viene chiesto se c'è preoccupazione per la situazione degli infortunati: "Stiamo facendo di tutto per recuperarli. Spero che abbiano le energie sufficienti per fare una grande partita. Stiamo provando a recuperare Hernanes". L'attenzione si sposta su alcuni singoli. "Palacio? Quando un giocatore si trova 2 o 3 volte davanti al portiere, vuol dire che c'è un buon gioco. Se arriva lì, vuol dire che ha gamba, che ha corsa. Magari manca un po' di lucidità. Io credo che Rodrigo debba stare tranquillo, giocare come sta giocando e quando meno se l'aspetta. È importante che la squadra continui a vincere".

C'è un accenno anche sui giovani: "Puscas e Bonazzoli? Sono due ragazzi molto interessanti. Fare tanti gol in Primavera aumenta l'autostima. Se Mauro e Rodrigo non ce la dovessero fare, loro sono caldi". La striscia positiva dell'Inter stuzzica la curiosità di alcuni cronisti: "Terzo posto? Noi dobbiamo pensare partita per partita e pensare al match successivo. Dobbiamo dare continuità alle nostre prestazioni. Dobbiamo concentrarsi sul Parma. Poi si penerà a quella successiva". Infine, si parla di Juan Jesus che "ha molte qualità, mi sta dando grosse soddisfazioni. Ha fisicità e strapotere fisico" e una battuta anche sullo spirito di tutta la squadra: "I ragazzi sono tutti convinti e uniti, remiamo tutti dalla stessa parte. Vuol dire che si lavora bene".

"I fischi? Mi concentro sulla squadra e mi preoccupo che le cose esterne non incidano sui ragazzi. Siamo in democrazia e ognuno può fare come vuole, noi siamo professionisti e dobbiamo dare tutto per questi colori. Non ne parlerei nemmeno più, non è ilo mio compito parlarne", ha detto infine Mazzarri sui fischi che anche contro la Samp hanno accolto la squadra a San Siro.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata