Inter, Mazzarri: Presto parlare d'Europa, Icardi grande professionista

Parma, 19 apr. (LaPresse) - "Oggi abbiamo fatto bene, ma per l'Europa League è presto. Dobbiamo giocare contro Napoli, Milan, Lazio e contro un Chievo che lotta per la salvezza. Il campionato è difficile, dobbiamo pensare a una gara alla volta". Così Walter Mazzarri ai microfoni di Sky Sport dopo la vittoria dell'Inter in casa del Parma. L'allenatore nerazzurro prosegue: "In generale abbiamo giocato meglio altre volte senza però vincere, non sappiamo gestire bene il vantaggio ma in campo abbiamo diversi giovani che devono crescere. È una stagione in cui gettare le basi per i prossimi anni. Siamo stati in vantaggio numerico, a volte manca il cinismo in quanto avremmo dovuto fare prima il secondo gol". Mazzarri glissa alla domanda se gli sia arrivato un messaggio di Thohir dopo la vittoria. "Non lo so, sono cose nostre", la replica.

Mazzarri parla poi di Icardi e di tutte le polemiche dopo la doppietta alla Sampdoria, con Mihajlovic che ha dichiarato 'Con me un giocatore non si sarebbe comportato sicuramente in quel modo'. "Se lo dice bisogna credergli. Mi preoccupavo di più quando Mauro non si allenava - dichiara Mazzarri - ho un ottimo rapporto con lui. In allenamento si impegna, sta migliorando sotto diversi aspetti. Sono contento dal punto di vista professionale, in questo momento non ho nulla da rimproverargli. Degli aspetti extracalcistici non mi interessa, il suo comportamento ad Appiano Gentile è perfetto". Sul rigore parato da Handanovic. "E' bravissimo, si prepara tantissimo in settimana. Ne ha parati tanti, anche all'Udinese ha sempre fatto benissimo sui penalty", dichiara Mazzarri. Infine sulla prestazione e il gol di Guarin: "Sono contento per lui, ha fatto un bel gol. Si meritava una gioia simile, è un ragazzo d'oro. Mi ha fatto piacere che sia stato lui a chiudere la gara".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata