Inter, Mazzarri: Ci prendiamo i tre punti ma dobbiamo essere più cinici

Cesena, 26 ott. (LaPresse) - "Prendiamoci i tre punti e lavoriamo sul cinismo". Walter Mazzarri si dichiara soddisfatto a metà della vittoria ottenuta sul campo del Cesena che, dice, "può servire a cambiare marcia e a recupere in un momento difficile". A sbloccare la gara Icardi, che ha trasformato nel primo tempo il rigore concesso per intervento di Leali su Palacio con conseguente espulsione del portiere. "Cesena penalizzato? Anche io sono favorevole a cambiare la regola che riguarda l'espulsione del portiere", spiega Mazzarri. "La regola dice che il rosso c'è, ma forse è proprio il principio che andrebbe cambiato". Tornando sulla prestazione dei nerazzurri, Mazzarri ha apprezzato "la loro voglia di giocarsi la gara. Nonostante questo ci sono da rivedere tante cose. Troppi contropiedi sprecati. E troppi falli in zone nevralgiche del campo. In quello c'è stata in po' di ingenuità. Prendiamoci i tre punti e lavoriamo sul cinismo".

"Icardi? Abbiamo sbagliato tanti contropiedi per la grande fretta di andare in porta. Si vede - aggiunge il tecnico - che siamo sotto pressione che non siamo lucidi nelle giocate finali. Bisogna essere più sereni. Si poteva chiudere senza rischiare le mischie nei minuti finali dove, su una spizzata, può succedere di tutto". La vittoria arriva al termine di una settimana difficile sotto il profilo societario e il botta e risposta a distanza tra Mazzarri e Moratti: "Quando sono arrivato all'Inter le cose sono cambiate. Mi ha voluto Moratti e con lui sono stato bene. Io sono un dipendente molto importante, ma sempre e solo un dipendente. Il mio intento - chiarisce - non era di mancare di rispetto a Moratti, volevo solo dire che le questioni societarie vanno affrontate in società. Ne ho già parlato ieri in conferenza stampa e non ci sono altre cose da aggiungere".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata