Inter, Mazzarri attacca: Esonero ingiusto, tutti fannno finta di non sapere

Torino, 20 feb. (LaPresse) - "A mio avviso non c'erano i presupposti per un esonero sportivo. Per quanto riguarda la situazione ambientale, invece, mi sono fatto una mia idea. Ma tutti fanno finta di non sapere. Non dico altro, ci sarà tempo e modo di parlarne in futuro". Lo ha detto Walter Mazzarri nella sua prima intervista dopo l'esonero da allenatore dell'Inter. Il tecnico toscano ha parlato con il noto quotidiano giapponese World Soccer Digest spiegando quelle che a suo avviso sono le motivazioni del suo allontanamento dalla guida del club nerazzurro.

"Gli addetti ai lavori hanno riconosciuto come nelle mie squadre, Inter compresa, ci fosse sempre un'organizzazione di gioco precisa e propositiva. Del resto - ha detto Mazzarri come riporta il sito fcinternews.it - la Juve di Conte con la difesa a 3 ha vinto tre scudetti consecutivi e cambiò modulo proprio per adeguarsi al nostro tipo di gioco, altro che provinciali".

Per Mazzarri, "i dati oggettivi sono inconfutabili. Ma per alcuni detrattori di professione anche la matematica diventa un'opinione e non c'è peggior cieco di chi non vuol vedere. So come funziona: i preconcetti sulla persona sono in grado di distorcere la realtà".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata