Inter, Mancini: Empoli ottima squadra, non sarà facile vincere

Milano, 16 gen. (LaPresse) - "L'Empoli è un'ottima squadra, ha un allenatore esperto, stanno facendo un campionato ottimo. A Empoli non è mai facile vincere. L'Inter dovrà fare una gara attenta perché sul campo sono messi benissimo". Così il tecnico dell'Inter Roberto Mancini ha presentato in conferenza stampa la sfida di campionato con l'Empoli, in programma domani alle 18. "Dobbiamo pensare intensamente all'Empoli, poi pensiamo alla Coppa Italia e al Torino. Sono tutte partite difficili", ha proseguito l'allenatore di Jesi, che si è soffermato sui progressi di Mateo Kovacic. "Ha dato ancora poco per quella che è la sua qualità, darà molto di più crescendo - ha evidenziato - E' un giocatore che può essere decisivo in qualsiasi partita e in qualsiasi ruolo. Bisogna parlare, capire i miglioramenti che può avere ogni giorni".

Contro i toscani potrebbe esordire il nuovo acquisto Shaqiri. "Si è allenato bene tutta la settimana, sicuramente non può giocare una partita intera, questo è certo - ha spiegato Mancini - La corsa al terzo posto? Dobbiamo restare concentrati, siccome siamo dietro non ci è permesso forare, adesso è più importante tenere bene il gruppo e cercare di far punti, vedremo alla fine quello che potrà succedere. La squadra crede molto di più nelle proprie qualità, per questo ho delle sensazioni positive". Contro l'Empoli tornerà a disposizione Ranocchia, ma non è certo che l'allenatore dell'Inter rinunci alla coppia Vidic-Andreolli che ha fatto bene con il Genoa. "Avere Ranocchia in più è un vantaggio, abbiamo un altro difensore, domattina decidiamo - si è limitato a dire Mancini - Ci può anche stare che Ranocchia stia in panchina. Vidic? Ha un atteggiamento migliore, anche fisicamente sta meglio. Credo debba fare di più, la sua condizione è calata non avendo giocato per un mese, sicuramente ha grande esperienza e carisma. Spero che continui così".

"Spero che per lui ci sia la soluzione migliore", ha aggiunto Mancini parlando della situazione legata a Pablo Daniel Osvaldo, attaccante in uscita dal club nerazzurro e accostato a Milan e Juventus. "Si sta allenando con il preparatore, vedremo nei prossimi giorni - ha proseguito l'allenatore jesino in conferenza stampa alla vigilia della sfida con l'Empoli - E' una cosa di famiglia e credo non sia giusto parlarne fuori". Mancini ha spiegato che in caso di addio l'ex centravanti di Fiorentina e Bologna non verrà sostituito. "Credo che davanti siamo a posto così, abbiamo 5 o 6 giocatori in quel ruolo - ha concluso - Siamo a posto".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata