Inter, Mancini: Balotelli vuole imitare Ibra, ma pensa a troppe cose. Non so perchè sono tornato

Milano, 18 dic. (LaPresse) - "Mario voleva imitare Zlatan, che ha però ancora qualcosa in più. Ha una qualità, una classe e una forza che Mario deve ancora acquisire". Lo ha detto Roberto Mancini, allenatore dell'Inter, ospite dell'Università Bocconi per un incontro con gli studenti commentando uan foto che ritrare Balotelli e Ibrahimovic insieme con la maglia dell'Inter. "Ne avrebbe le possibilità. A quei tempi erano straordinari, Mario pensava solo al calcio mentre ora forse pensa a troppe cose. Spero che possa diventare come Zlatan", ha aggiunto l'ex tecnico del Manchester City.

"Non lo so ancora perchè sono tornato all'Inter", ha detto ancora Mancini, allenatore dell'Inter, ospite dell'Università Bocconi per un incontro con gli studenti. "Avevo già programmato delle vacanze per festeggiare i miei 50 anni. Solitamente non bisogna tornare dove si è stati e fatto bene. Però forse l'affetto per l'Inter per quello che ho passato e quindi ho accettato", ha aggiunto il tecnico nerazzurro.

Poi a Mancini sono state mostrate delle foto della sua carriera da calciatore e allenatore, a partire dai tempi della Sampdoria "una pagina importante della mia vita", alle vittorie da allenatore con l'Inter. "L'ultimo trionfo a Parma fu una grande soddisfazione - ha detto - dopo un campionato appassionante. Zlatan ci ha messo una pezza, penso comunque sia stata una vittoria meritata".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata