Inter, Handanovic: Stagione 2012/2013 poco da salvare. Guarin: Con Mazzarri esploderemo

Pinzolo, 15 lug. (LaPresse) - "Questo entusiasmo va bene per noi e per tutti i tifosi, puntiamo a fare meglio dell'anno scorso". Lo ha detto Samir Handanovic ai microfoni di Sky Sport dal ritiro dell'Inter a Pinzolo. Riferendosi proprio all'ultima stagione della compagine nerazzurra, il portiere sloveno ha dichiarato: "C'è poco da salvare, ma capitano le stagioni no. Non succede nulla per caso e da queste brutte figure e anche umiliazioni non bisogna dimenticarsele e ripartire". In ottica prossimo campionato, Handanovic ha detto che "potrebbe essere un vantaggio non giocare le coppe, ora pensiamo a lavorare bene e poi vediamo".

Per quanto riguarda l'impatto del nuovo tecnico Mazzarri, Handanovic è sicuro: "Per lui parla la sua carriera, è un allenatore esperto. Ora siamo da poco tempo insieme, ma ci sarà tempo per conoscersi. Sicuramente è uno che non si tira indietro". Per quanto riguarda le avversarie dell'Inter, Handanovic vede "ora come ora Juve e Fiorentina con qualcosa più degli altri. Sarà un campionato però più equilibrato e più bello". Per quanto riguarda le voci di mercato che lo volevano nel mirino del Barcellona, Handanovic glissa: "Di mercato non parlo. Io devo solo pensare ad allenarmi, per quello ci sono i procuratori". Handanovic, infine, accoglierebbe bene l'eventuale arrivo di Isla suo ex compagno all'Udinese. "E' uno che può fare la differenza all'Inter, ha avuto problemi ma è un giocatore forte. La differenza però non la si fa con la parole ma con i fatti concreti in campo".

"Mi sento molto bene, come ho sempre detto è un orgoglio stare in questa squadra e poi è la mia seconda stagione e mezzo e mi sono sempre trovato bene, mi fanno sentire come un uomo in più per questa famiglia, con la voglia di migliorare sempre". Così Fredy Guarin ai microfoni di Inter Channel, dove ha parlato di Inter, di Walter Mazzarri, di Milano, dei tifosi, della prossima stagione e di tanto altro ancora.

Inevitabile partire da Mazzarri e sul duro lavoro che sta imponendo alla squadra: "Si, è quello che si cerca in questo momento della stagione, si cerca il lavoro fisico e anche mentale, che è la cosa più importante nel ritiro. Io mi sento bene, sto lavorando bene con tutta la squadra e cerchiamo di essere al meglio per l'inizio del campionato". Il centrocampista colombiano ha sottolineato poi l'importanza dei tifosi: "E' importantissimo per noi che i tifosi siano l'uomo in più per la squadra quando va in campo. La loro voglia ci dà la forza per dare l'anima alla squadra. Li ringrazio perchè fanno tanto bene per cominciare nel migliore dei modi la stagione".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata