Inter espugna Genoa 1-0. Decide colpo di testa di Nagatomo

Genova, 13 dic. (LaPresse) - L'Inter prosegue la sua marcia di avvicinamento verso posizioni più nobili della classifica espugnando per 1-0 il campo del Genoa nel recupero dell'11esima giornata. Decide una rete nella ripresa del giapponese Yuto Nagatomo, al secondo gol consecutivo.

La prima frazione è piuttosto soporifera. L'occasione migliore capita all'Inter al 34' quando Frey è sontuoso su un colpo di testa di Samuel sugli aviluppi di un calcio d'angolo e sulla successiva conclusione ravvicinata di Milito, applaudito dai suoi ex tifosi.

La ripresa si apre con il giusto annullamento del gol di Granqvist al 10'. Lo svedese incorna alle spalle di Julio Cesar una punizione di Veloso ma la sua posizione di partenza è irregolare. Dieci minuti dopo arriva la rete decisiva: Cross di Alvarez e colpo di testa del piccolo Nagatomo che infila Frey. Nell'occasione colpevole il difensore genoano Mesto che perde il giapponese.

Frey tiene a galla il Genoa salvando su Milito al 25' ed Alvarez al 32' ma la parata salva risultato la compie Julio Cesar nel recupero su un tiro da fuori di Veloso.

Attimi di paura al 36' della ripresa per il capitano della Primavera genoana, Marchiori. Il giovane si sente male in panchina e viene portato fuori in barella. Il gioco si ferma per quattro minuti poi il medico sociale rossoblù tranquillizza tutti e la gara riprende.

GENOA - INTER 0-1

Reti: 21'st Nagatomo.

Genoa: Frey, Dainelli, Granqvist, Kaladze, Moretti, Mesto, Rossi, Veloso, Constant (15'st Jankovic), Merkel (29'st Caracciolo), Ze Eduardo (5'st Pratto). All: Malesani.

Inter: Julio Cesar, Zanetti, Lucio, Samuel, Nagatomo, Faraoni (1'st Alvarez), Thiago Motta, Cambiasso, Poli (24'st Obi), Milito (36'st Forlan), Pazzini. All: Ranieri.

Arbitro: Banti

Classifica: Juventus 30 punti, Udinese 30, Milan 28, Lazio 28, Napoli 21, Palermo 20, Inter 20, Genoa 18, Cagliari 18, Catania 18, Roma 18, Parma 17, Atalanta 16 (-6), Fiorentina 16, Chievo 16, Bologna 15, Siena 14, Cesena 12, Novara 11, Lecce 8.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata