Inter, a Zanetti il premio Facchetti: Reagire dopo ko Bergamo

Milano, 12 nov. (LaPresse) - Il capitano dell'Inter, Javier Zanetti, ha ricevuto stamane il premio 'Giacinto Facchetti - Il bello del calcio', organizzato dalla Gazzetta dello Sport. A margine dell'evento ha rilasciato un'intervista ai microfoni di Sky Sport: "È un premio molto importante soprattutto perchè porta il nome di Giacinto, una delle persone più belle che ho conosciuto in questo ambiente e che per me è stato un punto di riferimento".

"E' arrivata una sconfitta che non cambia il nostro percorso. Si sapeva che poteva capitare, ora dipende da noi reagire e tornare alla vittoria domenica prossima", ha detto Zanetti all'indomani della sconfitta con l'Atalanta.

"E' presto parlare di obiettivi - prosegue il capitano nerazzurro - mancano tante partite, noi dobbiamo continuare a crderci. Siamo un gruppo nuovo, c'è tana voglia e fame di tornare ad alti livelli". Per quanto riguarda gli avversari, Zanetti dichiara: "La Juve è la squadra campione d'Italia e si sta confermando anche quest'anno, noi invece siamo una squadra diversa". Infine Zanetti spende parole di elogio per il tecnico Andrea Stramaccioni: "E' molto giovane ma ha le idee chiare e mi auguro possa avere una grande carriera perchè lo merita".

Alle domande sul suo futuro, il nerazzurro ha così risposto: "Sono tranquillissimo, deciderò con il presidente e con l'allenatore quello che sarà. Inter anti Juve? Adesso è troppo presto per parlare di obiettivi, mancano ancora tante partite, per noi la cosa importante è tornare a crescere. La Juventus è campione d'Italia, noi siamo una squadra completamente diversa, siamo un gruppo che sta crescendo ma ci sono ancora tanti margini di miglioramento". Infine una battute su Antonio Cassano: "Antonio è molto divertente".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata