Inter, 0-0 in amichevole con Paok Salonicco. Mazzarri: Attenti in fase difensiva

Salonicco (Grecia), 14 ago. (LaPresse) - E' terminata 0-0 l'amichevole tra Inter e Paok Salonicco, disputata in Grecia, come ultimo test per i nerazzurri prima dell'impegno in Europa League con gli islandesi dello Stjarnan. La squadra di Mazzarri fa la partita ma non riesce a impensierire la retroguardia avversaria, dall'altra parte la prima opportunità arriva al 32' con Salpingidis che in contropiede calcia con il destro da fuori area. Handanovic si stende e respinge la conclusione. La reazione dell'Inter non si fa attendere e al 38' ci pensa Hernanes a chiamare alla risposta Glikos: botta con il sinistro, agile però la parata del portiere greco. Nella ripresa il copione è molto simile. L'Inter ci prova subito con un bello scambio Hernanes-Kovacic, ma il pallone di ritorno del brasiliano è troppo lungo. I nerazzurri non rischiano niente e sanno controllare i tentativi del Paok, anche alzando un po' il livello dell'agonismo con M'Vila che per un fallo su Salpingidis trova il cartellino giallo. Mazzarri tenta anche la carta Osvaldo, ma la partita non si accende fino ai minuti finali, con due occasioni fallite per entrambe le squadre.

"Siamo stati più attenti che a Francoforte in fase difensiva. Lì siamo stati un po' sbadati, oggi siamo stati molto attenti e siamo andati meglio". Così il tecnico dell'Inter Walter Mazzarri ha commentato il pareggio in amichevole con il Paok Salonicco. "Lo scopo era anche quello di far salire il minutaggio di M'Vila, Kovacic, insomma di quelli che avevano giocato meno per fargli recuperare la forma sempre più - ha aggiunto l'allenatore toscano ai microfoni di Inter Channel - Devo dire che di questo sono contento. Poi c'è stato l'esordio di Osvaldo che ha iniziato carichi di lavoro da pochi giorni, sono soddisfatto anche di averlo visto oggi in campo". L'allenatore dell'Inter prosegue l'analisi della gara dal punto di vista tattico. "Loro non avevano mai giocato a tre dietro e hanno provato a sorprenderci, ci hanno studiato e hanno cercato di metterci in difficoltà ma noi siamo preparati, ci siamo risistemanti in campo e comunque la squadra sapeva quello che faceva - ha evidenziato Mazzarri - Il Paok forse era più brillante di noi, ma non abbiamo concesso nulla. Poche occasioni? Ciò è avvenuto anche perché abbiamo sbagliato gli ultimi passaggi che potevano farci diventare pericolosi". Ora la concentrazione è sui playoff di Europa League: "Dobbiamo fare bene questa settimana, bisogna stare attenti e concentrati, giocare in trasferta non è mai facile - ha ammesso - E' stato molto utile fare queste amichevoli. Non sottovalutiamo la prossima partita contro gli islandesi, sarà molto importante fare bene per giocare con tranquillità il ritorno".



© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata