Inghilterra, Van Gaal si presenta: L'obiettivo del Manchester Utd è vincere sempre

Manchester (Regno Uniuto), 17 lug. (LaPresse/AP) - "Voglio ringraziare Sir Bobby Charlton, perché è un grande onore essere accolto da lui in questo stadio. Sono già stato qui con il Bayern Monaco e il Barcellona, ma questi sono i miei primi passi come allenatore del Manchester United". Si è presentato così Louis Van Gaal nella sua prima conferenza stampa da nuovo manager del Manchester United ad Old Trafford. "Sono molto orgoglioso di averli fatti con sir Bobby Charlton. Ho l'età per averlo visto giocare quindi so cosa significa per il Manchester United e per tuti i calciatori inglesi ed è stato un grande onore", ha ribadito il tecnico olandese. "Farò del mio meglio per il più grande club del mondo. Per me è una grande sfida", ha aggiunto l'ex ct dell'Olanda. A Van Gaal è stato subito chiesto chi sarà il nuovo capitano visto l'addio di Rio Ferdinand. "Tutti i giocatori sono possibili candidati. È molto importante per me. Dunque, ho bisogno di tempo. Le decisioni rapide non sono sempre le migliori", ha spiegato. Sul perchè non si sia preso una vacanza dopo l'impegno ai Mondiali con la nazionale olandese, il neo manager dei Red Devils ha spiegato molto chiaramente: "Quando c'è una sfida come questa per me è come una vacanza. Mi piace lavorare". Il tecnico olandese ha quindi annunciato che "il quarto posto non è mai un obiettivo, solo il primo posto lo è" sottolineando però che prima ha bisogno di conoscere i giocatori.

A proposito della sua filosifia e soprattutto delle sue grandi capacità di lanciare i giovani, Van Gaal ha ricordato: "Non sempre mi fido dei così detti giocatori esperti. L'ho detto un sacco di volte, Clarence Seedorf aveva 16 anni quando l'ho fatto esordire con Ajax e dimostrava più esperienza di un giocatore di 30 anni". "Dipende dalla personalità. Lei ha parlato di Wayne Rooney, ma c'è, ad esempio, Michael Carrick che purtroppo ora è infortunato. È molto importante che abbiamo giocatori esperti, non solo nell'età ma come uomini. La mia filosofia non è solo il giocatore di calcio ma la persona in generale", ha aggiunto. Proprio Carrick non prenderà parte alla trasferta del Manchester negli Stati Uniti per continuare le sue cure in Inghilterra. Infine Van Gaal ha parlato ovviamente di Sir Alex Ferguson: "mi ha chiamato per congratularsi con me e abbiamo parlato a lungo. Ci conosciamo molto bene e sarà un piacere bere un caffè o un bicchiere di vino con lui, forse il vino migliore".

Nessun riferimento al mercato e ad Arturo Vidal, obiettivo dei Red Devils secondo la stampa inglese. Van Gaal ha confermato di aver avallato gli acquisti del difensore Luke Shaw e del centrocampista Ander Herrera, ma non ci sono sono piani immediati per ulteriori rinforzi. "Voglio prima vedere i giocatore per qualche settimana e poi decideremo se comprare altri giocatori", ha detto Van Gaal. A dimostrazione della meticolosità del manager olandese, Van Gaal ha chiesto di intervenire sul campo di allenamento perchè secondo lui "deve essere più coperto, c'è sempre vento e questo non è sempre un bene per i giocatori".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata