Il lavoro più bello del mondo è in Australia, per i bookie lo vincerà un irlandese
Svegliare i canguri, misurare la temperatura dell'Oceano, nuotare con i delfini, incontrare gli aborigeni dell'Outback, assaggiare i vini dell'Ovest, fotografare la vita notturna di Melbourne: sono i posti di lavoro che l'ente del turismo australiano ha offerto come "Best job in the world", mettendo in palio sei contratti di sei mesi e un salario di 100mila dollari (circa 80mila euro). Il termine per presentare il proprio curriculum è scaduto il 10 aprile e ora i responsabili stanno esaminando le migliaia di domande arrivate da tutto il mondo. Attualmente solo 150 candidati sono rimasti in corsa solo tre irlandesi (Allan Dixon, Heber Hanley e Richard Cullen): si gioca a 5,50 che almeno uno dei sei posti a disposizione sarà occupato da uno di loro (si sale a 126,00 perchè un irlandese "vinca" in due categorie). Il giovane produttore Allan Dixon è bancato a 11,00, mentre assumere Richard Cullen o Heber Hanly come fotografo vale rispettivamente 17 e 29 volte la posta. MSC/Agipro

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata