Icardi stende Bologna: Inter in 10 vince e torna in vetta

Bologna, 27 ott. (LaPresse) - In un solo colpo l'Inter ritrova vittoria, primato e il ritorno al gol di Maurito Icardi. Nell'anticipo della decima giornata di Serie A, i nerazzurri non brillano ma espugnano Bologna (1-0): tre punti che consentono a Mancini di ritrovare la vetta della classifica almeno per questa sera, in attesa dei risultati di domani. A decidere la sfida del Dall'Ara è una zampata di Icardi, tornato a segnare dopo le ultime, opache prestazioni, nel momento in cui l'Inter è già in dieci uomini per l'espulsione di Melo. Il vantaggio viene poi 'blindato' in pieno recupero da Handanovic, protagonista di un intervento prodigioso su Destro.

Mancini lascia a riposo Jovetic e lancia Ljajic ad agire con Perisic alle spalle di Icardi. Sulla linea della trequarti anche Brozovic, che vince il ballottaggio con Guarin. In difesa torna Ranocchia che si sistema accanto a Miranda. Nelle file dei rossoblù Rossi sceglie in avanti il tandem Mounier-Mancosu, Destro si accomoda in panchina. In difesa c'è Gastaldello per Oikonomou. Poche emozioni nei primi 45', con i nerazzurri incapaci di impensierire seriamente la retroguardia rossoblù. L'unica occasione arriva poco prima dell'intervallo, con il cross di Santon per Icardi: bravo Gastaldello ad anticipare l'argentino in angolo.

Ritmi decisamente più elevati nei primi minuti della ripresa. Inter pericolosa su contropiede con un traversone di Perisic che non trova né icardi né Ljajic. Poi salva tutto Taider. Le cose per Mancini sembrano complicarsi poco dopo: Melo rimedia il secondo cartellino in pochi minuti e lascia i nerazzurri in dieci. Nonostante l'inferiorità numerica, l'Inter trova la rete complice un'ingenuità della difesa emiliana: Brozovic lancia Ljajic, il serbo sfrutta il 'buco' di Ferrari e serve Icardi che ha solo da spingere in porta il pallone del vantaggio (22'). L'inferiorità numerica fa bene ai nerazzurri che ora sembrano giocare con più scioltezza, anche se il Bologna gradualmente aumenta la spinta a caccia del pareggio e schiaccia i milanesi. Anche se la formazione di Delio Rossi non riesce a creare veri pericoli alla difesa ospite. L'Inter stringe i denti, i nervi giocano un brutto scherzo a Mancini che protesta e viene allontanato da Banti. I nerazzurri soffrono fino alla fine: al quinto minuto di recupero, il Bologna ha l'enorme chance per il pareggio con il neoentrato Destro. Handanovic, però, si supera sulla conclusione ravvicinata dell'attaccante e mette anche la sua firma in un successo preziosissimo. L'Inter vola a +1 sulla Roma, umori ben diversi in casa del Bologna terz'ultimo che cercava punti per uscire dalla zona calda.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata