Icardi: Indossare '9' all'Inter è una sfida ma non mi spaventa

Torino, 6 lug. (LaPresse) - ""Mazzarri me lo ha promesso e spero di non deluderlo. Prendere il '9' è una sfida importante in una squadra come l'Inter, ma non mi spaventa. Spero di segnare tanti gol e di essere importante per cercare di vincere lo scudetto". Mauro Icardi è carico per la nuova avventura che lo attende dalla prossima stagione, nella quale l'argentino sarà uno dei punti di forza dell'attacco nerazzurro. L'ex giocatore della Sampdoria racconta le sensazioni vissute nel passaggio da Genova a Milano: "E' stato tutto molto veloce", spiega in un'intervista a 'Canarias7'. "In soli due anni - prosegue - in Italia sono arrivato a giocare in una grande del calcio mondiale come l'Inter. Ho solo 20 anni, ma ho lasciato la mia casa che ero molto giovane e questo mi ha fatto maturare".

"Non sento la pressione di essere stato pagato così tanto, sono convinto che dimostrerò in campo a suon di gol che non si sono sbagliati. Lunedì devo essere a Milano, non vedo l'ora di iniziare a lavorare", prosegue. Poi svela: "Prima di firmare per l'Inter molti club si erano interessati, ma non è così importante. Ora, quello che voglio, è vincere a Milano nei prossimi cinque anni". Icardi si proietta poi al Mondiale del prossimo anno: "E' uno dei miei obiettivi per la prossima stagione. Devo fare bene con l'Inter per guadagnare un posto nella selezione per giocare i Mondiali. Il ct Sabella mi ha parlato e mi ha detto che ho delle possibilità. Vincere in Brasile - aggiunge - sarebbe il massimo per tutti gli argentini".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata